Libri di testo: consigli per risparmiare

Di Chiara Casalin.

Ecco i consigli di Adiconsum per risparmiare sui libri scolastici 2014

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

LIBRI DI TESTO 2014 COME RISPARMIARE – L’inizio dell’anno scolastico 2014/2015 si avvicina inesorabilmente, con molta tristezza di tanti studenti, e le famiglie in questo periodo devono organizzarsi per comprare i libri scolastici per il nuovo anno. La spesa di solito è importante e onerosa, ma qualche trucco per risparmiare sui libri di testo c’è. A svelare queste dritte è Adiconsum, l’associazione a difesa dei consumatori e dell’ambiente, che in vista del ritorno a scuola ha dato qualche suggerimento per risparmiare sui libri scolastici.

Libri di testo, il MIUR stanzia 103 milioni di euro per le famiglie in difficoltà

LIBRI SCOLASTICI – Come risparmiare sui libri di testo 2014?
- prima di comprare i libri di testo accertatevi che la nomina dei docenti sia stata confermata, perché l’insegnante o professore che subentra all’inizio dell’anno scolastico può adottare nuovi libri di testo. Accertatevi quindi che la lista dei libri sia quella definitiva e che non ci siano possibili cambiamenti.
- Nell’elenco dei libri accertatevi di quali sono i testi obbligatori e quelli cosiddetti “consigliati”.
- Un altro modo per risparmiare è quello di acquistare i libri di testo nei grandi magazzini e supermercati, dove è possibile trovare sconti e si può arrivare a risparmiare anche un 10%-20% se si prenotano i testi con un po’ di anticipo.
- Si possono risparmiare un po’ di soldi (e di tempo) anche acquistando i libri scolastici sui siti internet, dove a volte è possibile trovare un po’ di sconto. In questo caso è necessario fare attenzione all’edizione che state acquistando per evitare di ritrovarsi con un libro non più utilizzabile.
- Infine, le famiglie con un reddito ISEE molto basso hanno diritto a dei buoni per l’acquisto dei libri di testo e del corredo scolastico. Per sapere qual è il tetto ISEE al di sotto del quale è possibile usufruire dei buoni occorre attendere la circolare della scuola.

Focus: Il calendario scolastico 2014/2015, scopri che giorni di vacanza avrai quest'anno

LIBRI DI TESTO USATI – Un altro modo per risparmiare sui libri scolastici è quello di rivolgersi al mercato dell’usato. In questo caso è bene accertarsi che il libro e gli eventuali materiali didattici allegati (come eserciziari o supporti informatici) siano aggiornati e in buone condizioni e possano quindi essere riutilizzati.
Ricordiamo infine che le scuole devono rispettare i tetti di spesa per i libri scolastici comunicati dal Ministero dell’Istruzione, quindi fate attenzione agli eventuali sforamenti.