Libri da leggere dei premi Nobel per la letteratura

Di Maria Carola Pisano.

10 titoli da leggere scritti da premi Nobel per la letteratura, tra romanzi di formazione, raccolte di poesie e romanzi recenti

LIBRI DA LEGGERE DEI PREMI NOBEL PER LA LETTERATURA

Wislawa Szymborska, poetessa polacca premio Nobel per la Letteratura nel 1996
Wislawa Szymborska, poetessa polacca premio Nobel per la Letteratura nel 1996 — Fonte: ansa

E' estate, il momento ideale per dedicarsi alla lettura di quei libri che avresti sempre voluto leggere ma non hai ancora trovato il tempo di farlo. In più il tuo bonus cultura è in scadenza? Bene, in questo articolo ti daremo dei consigli per usarlo e acquistare dei libri da leggere degli autori vincitori del premio Nobel della letteratura, 10 titoli con cui passare i caldi pomeriggi d'estate.

10 TITOLI DEI PREMI NOBEL PER LA LETTERATURA

  • Il vecchio e il mare è un racconto lungo dell'americano Ernest Hemingway, vincitore del premio Nobel nel 1954 e del premio Pulitzer l'anno precedente. La storia racconta la vicenda di un pescatore che, dopo un periodo in cui non riesce a pescare nessun pesce, prende l'esemplare più grande che gli sia mai capitato. Nel viaggio di avvicinamento al porto, però, gli squali mangiano il pesce, del quale rimane solo la lisca. Perché dovresti leggere questo libro? Perché è considerato il capolavoro dello scrittore e descrive minuziosamente il rapporto tra l'uomo e la natura.
  • Confesso che ho vissuto, lavoro postumo del premio Nobel per la letteratura Pablo Neruda. Composto da 12 quaderni, Confesso che ho vissuto ripercorre fondamentali tappe della vita dello scrittore cileno considerato uno dei più importanti di tutto il Novecento che è scomparso durante la scrittura delle sue memorie in Confesso che ho vissuto.
  • Narciso e Boccadoro, Herman Hesse
    In questo romanzo di formazione il premio Nobel per la letteratura Herman Hesse riflette sul contrasto tra la natura e lo spirito, la prima rappresentata da Boccadoro e il secondo da Narciso. I protagonisti di questo romanzo di formazione provano, con le loro parole ed esperienze, a spiegare il mondo durante la loro epoca, il Medioevo. Herman Hesse è uno degli autori tedeschi più amati dagli adolescenti e Narciso e Boccadoro è il romanzo migliore per avvicinarsi alle opere dell’autore premio Nobel.
  • Cent'anni di solitudine, Gabriel García Márquez.
    Romanzo del 1967 considerato una delle opere maggiori dell’autore colombiano Gabriel García Márquez, uno dei più significativi esponenti della letteratura del Novecento. Al centro del romanzo c'è la storia della famiglia Buendìa, tra le prime a fondare la città di Macondo, e delle vicende delle sue 7 generazioni che si intrecciano nello spazio e nel tempo.
  • Lo straniero, Albert Camus
    Ha ispirato libri e canzoni, come Killing an Arab dei The Cure e l'omonimo film di Luchino Visconti del 1967. Nel romanzo, l’autore premio Nobel per la Letteratura, Albert Camus si interroga sulle tematiche esistenzialiste. Protagonisti: Meursault e la sua alienazione sociale e l'omicidio che lo condurrà alla condanna di pena di morte.
  • Cenere, Grazia Deledda
    Prima donna italiana a ricevere il premio Nobel per la Letteratura nel 1926, Grazia Deledda racconta in Cenere le vicende di Olì, una donna che in giovane età concepisce un bambino con un uomo sposato. Costretta ad abbandonare il figlio per  evitargli una vita di stenti, i due si ritroveranno anni dopo, quando Anania vorrà ricongiungersi con la madre.
  • Cecità, José Saramago
    Critica sociale e fantascienza apocalittica sono le due cifre del romanzo di José Saramago, premio Nobel per la Letteratura nel 1998, ambientato in una città non definita in cui, da un giorno all’altro, si verifica un’epidemia di cecità. I ciechi vengono isolati all’interno di manicomi nei quali si formano gruppi di malvagi. In primo piano, l'oscurità dell'animo umano e, sullo sfondo, un'epidemia di cui non si conosce nulla.
  • La gioia di scrivere, Wislawa Szymborska
    Cambiamo genere con la raccolta di poesie dell'autrice polacca Wisława Szymborska, premio Nobel per la Letteratura nel 1996. La raccolta è un ottimo modo per avvicinarsi alla poesia contemporanea e la Szymborska riesce, con il suo stile, a parlare di temi delicati - come l'amore o la morte - in modo leggero e diretto.
  • Il sogno del Celta, Mario Vargas Llosa
    Mario Vargas Llosa ha vinto il premio Nobel per la Letteratura nel 2010 ed è considerato uno dei maggiori scrittori del Novecento. Nello stesso anno l'autore ha pubblicato il celebre romanzo Il sogno del Celta, una biografia romanzata ambientata nell'Ottocento dell'irlandese Roger Casement, patriota che si scontra con le conseguenze della dominazione europea in Africa. Una storia avvincente che rappresenta perfettamente le contraddizioni del protagonista Roger Casement considerato un eroe ancora tutto da scoprire.
  • Quel che resta del giorno, Kazuo Ishiguro
    Terzo romanzo dello scrittore britannico - Nobel per la Letteratura nel 2017 - uscito nel 1989 e scritto come un diario. La voce narrante è quella del protagonista che, dopo una vita al servizio di un gentiluomo, si concede una settimana di libertà nel quale Stevens, il protagonista, comincia un altro viaggio nei suoi ricordi e ripercorre le tappe fondamentali della sua vita e svela l'amore che prova per il suo mestiere di maggiordomo.

TUTTI I LIBRI DA LEGGERE