Il riassunto delle opere di Primo Levi

Di Redazione Studenti.

Primo Levi, riassunto delle opere dell'autore passato alla storia con Se questo è un uomo e La Tregua, narratore della Shoah e delle deportazioni

PRIMO LEVI: RIASSUNTO OPERE

Primo Levi
Primo Levi — Fonte: istock

Primo Levi, nato nel 1919 e morto nel 1987, è stato uno scrittore italiano di origine ebraica, passato alla storia per le sue opere che raccontano il dramma dell'Olocausto e delle deportazioni naziste nei campi di concentramento.

Partigiano antifascista durante la seconda guerra mondiale, Levi fu catturato nel 1943, deportato nel campo di concentramento di Auschwitz in quanto ebreo e da lì nel campo di lavoro di Buna-Monowitz. Da questa teribile esperienza è nata la sua opera più famosa: Se questo è un uomo.

SE QUESTO È UN UOMO, RIASSUNTO

Il capolavoro di Primo Levi è il romanzo che narra la deportazione dello scrittore ebraico nel campo di Auschwitz; dal campo di concentramento di Fossoli, vicino Modena, fino all'inferno dei forni crematori, Se questo è un uomo è la storia di come il protagonista riesce a sopravvivere al regime nazista. Un classico della letteratura mondiale.

LA TREGUA, RIASSUNTO

Il libro racconta le vicende successive a quelle di Se questo è un uomo. L'autore, liberato dal campo di concentramento nazista, affronta un lungo viaggio in Europa per fare ritorno in Italia: dalla Polonia passando per la Bielorussia e la Romania, fino all'Austria, la Germania e infine Vienna, Verona e Torino.

IL SISTEMA PERIODICO, RIASSUNTO DEL LIBRO DI PRIMO LEVI

Primo Levi, ancor prima che uno scrittore, era un chimico. Il sistema periodico è un libro sulla chimica e sulla vita, scritto con piglio ironico e radicalmente diverso dalle sue opere più note. Per ogni elemento chimico, un racconto della vita dell'autore.

LA CHIAVE A STELLA, RIASSUNTO

La chiave a stella è una grande epopea sul lavoro. Protagonista è Faussone, operaio specializzato che Primo Levi conosce durante un viaggio in Russia: simbolo della crescita economica italiana del secondo dopoguerra.

PRIMO LEVI, I SOMMERSI E I SALVATI. RIASSUNTO

Ultimo grande lavoro di Levi sull'inferno di Auschwitz: perché è stato possibile un tale orrore? L'autore indaga il sistema vitale che si crea in un campo di concentramento, compresi i prigionieri che finiscono per collaborare con i loro carcerieri. Ma il libro narra anche l'impossibilità di perdonare e di perdonarsi: visto spesso come il testamento spirituale di Levi, incapace di convivere col senso di colpa del sopravvissuto, è un libro intimo e crudo, che racconta Primo Levi così come non compare negli altri testi precedenti.

APPROFONDIMENTI SULLA SHOAH

Vuoi approfondire il tema dell'Olocausto? Puoi partire da qui: