Les demoiselles d'Avignon

Di Redazione Studenti.

Descrizione e caratteristiche dell’opera Les demoiselles d'Avignon, il quadro cubista dipinto da Pablo Picasso nel 1907

LES DEMOISELLES D’AVIGNON, DESCRIZIONE

Les demoiselles d'Avignon di Picasso
Les demoiselles d'Avignon di Picasso — Fonte: getty-images

Les Demoiselles d’Avignon è un quadro di Pablo Picasso del 1907, conservato al MoMa di New York. Quest'opera di grandi dimensioni assume una particolare importanza, perché anticipa il cubismo di Picasso, si parla perciò di proto-cubismo. È un'opera che ha richiesto al suo autore un lungo lavoro, è stata modificata più volte e per anni è rimasta nel suo atelier.

Picasso con questo quadro lavora su un ambiente di prostituzione: il primo studio dell'opera prevedeva infatti cinque donne nude, un marinaio con un teschio in mano e uno studente, il tutto inserito in un'area di accoglienza. Dopo svariati ritocchi e studi le figure iniziali vengono semplificate sempre di più, il pittore elimina tutti i sovrappiù: elimina i soggetti maschili e l'ambiente circostante e rende le forme sempre più geometriche.

L’ispirazione a Picasso arriva direttamente da Cézanne e dalle mostre d'arte africana a cui aveva partecipato. Il pittore si rifà all'arte di Gauguin e al primitivismo, cioè la ricerca della purezza primitiva in una società che è sempre alla ricerca della bellezza.

LES DEMOISELLES D’AVIGNON, CARATTERISTICHE

Le più importanti figure sono: la prima donna a sinistra a cui scurisce il volto e gli dà forme più taglienti e le ultime due a destra che mantengono parvenze femminili.
La figura del corpo è resa con dei giochi di colore e i volti sono sformati, in particolare quella seduta richiama fortemente le forme cubiste.

Picasso in questo modo reinterpreta un soggetto già usato, il nudo femminile. Tuttavia, non si limita a riprodurre la realtà così com'è, ma cerca nello stesso quadro di dare più punti di vista: si spinge verso la ricerca di una visione globale che porterà nel cubismo a mettere tutta la figura su un unico piano.

CUBISMO SINTETICO O ANALITICO

In quest'opera sono molti gli elementi che anticipano il cubismo, poi sviluppato non solo da Picasso ma anche da Braque. Questo movimento cercherà di proporre la realtà come viene rielaborata mentalmente e non per com'è: vengono costruiti volumi nuovi. Il movimento cubista però non sarà considerato avanguardia perché non pubblicheranno mai un manifesto. Il cubismo si dividerà a sua volta in una prima fase analitica, dove ci sono fitte sfaccettature, e una seconda sintetica, in cui i piani sono più larghi, vengono inseriti dei papier collé, cioè l'artista inserisce nell'opera ulteriori materiali (per esempio il lavoro di Picasso “Natura morta con sedia impagliata” o “chitarra, spartito e bicchiere”).

GUARDA IL VIDEO SU PABLO PICASSO: CUBISMO ANALITICO E SINTETICO

 

Vuoi approfondire? Ecco qualcosa che può fare al caso tuo: