Le virgolette in italiano: quante ne esistono e come usarle. il video

Di Elisa Chiarlitti.

Le virgolette in italiano: tipologie e come usare questo segno di punteggiatura in un video di pochi secondi. Spiegazione e frasi di esempio di @emanuele_bosi

LE VIRGOLETTE

Sai come si usano le virgolette? E quanti tipi ne esistono? Vediamolo insieme!

Possiamo osservare tre tipi di virgolette:

  1. alte singole, dette anche virgolette inglesi o apici singoli ();
  2. alte doppie, dette anche virgolette italiane o apici doppi ();
  3. basse doppie, dette anche virgolette francesi, sergenti o caporali («»).

In generale, hanno tutte le stesse funzioni: delimitare un discorso diretto, una citazione, introdurre in un testo il titolo di un giornale oppure mettere in evidenza una parola dal significato particolare.

La loro differenza è solo grafica, nonostante questo vediamo quali sono le convenzioni da considerare:

  • con le citazioni e con il discorso diretto, le virgolette basse sono quelle più usate: «Tanto caro mi fu quest’ermo colle»;
  • le virgolette alte doppie vengono utilizzate soprattutto per segnalare l’uso particolare di una parola: L’hanno preso, faceva il “palo”;
  • gli apici singoli sottolineano, in genere, una singola espressione all’interno di un’altra citazione: Le disse «E’ un ristorante molto ‘cheap’».

  • Segui le mini lezioni di Studenti.it su TikTok
@studenti.it

GUARDA LE ALTRE MINI LEZIONI DI ITALIANO