Le raccolte di poesie di Pascoli: riassunto

Di Elisa Chiarlitti.

Le raccolte di poesie di Pascoli riassunte in un video di pochi secondi. Ecco la spiegazione e le tematiche dei componimenti del poeta italiano

RACCOLTE DI POESIE DI PASCOLI: RIASSUNTO

La prima raccolta di poesie di Giovanni Pascoli è Myricae (1891), anche se fu continuamente aggiornata.

Il titolo riprende la IV Bucolica di Virgilio, in cui le piccole tamerici indicano la poesia umile, ossia brevi componimenti incentrati sulle piccole cose, i temi familiari e campestri.

Poemetti (1897): sono racconti in versi, divisi in cicli, che celebrano i valori della borghesia campestre. La vita contadina appare a Pascoli come un rifugio contro i mali del mondo anche se sono presenti temi più inquietanti e simbolici, come quello della morte.

Nei Canti di Castelvecchio tornano il tono lirico, il verso breve e la natura, in cui il poeta cerca una consolazione al dolore. Non mancano temi più morbosi, rimandi al paese natale, il luogo del nido perduto.

Infine, ci sono i Poemi conviviali (1904) che sono dedicati a personaggi e fatti del mito e della storia antica. Sotto le vesti della poesia classica appaiono i temi della poesia pascoliana: il mondo antico carico dell’angoscia della modernità.

@studenti.it

ALTRI CONTENUTI SU GIOVANNI PASCOLI

GUARDA GLI ALTRI RIASSUNTI DI LETTERATURA