Le parole di papa Francesco agli studenti

Di Redazione Studenti.

Papa Francesco ha incontrato a Roma nella sala Paolo VI gli studenti di un noto liceo classico della capitale. Ecco l'invito che ha fatto, rivolto a tutti i giovani

PAPA FRANCESCO: LE RICHIESTE AGLI STUDENTI

Papa Francesco in udienza a Roma
Papa Francesco in udienza a Roma — Fonte: getty-images

Sabato 13 aprile, nel corso del giubileo aloisiano - giubileo in occasione dei 450 anni della nascita di San Luigi Gonzaga - il pontefice è andato a fondo sui temi cardine che ruotano intorno agli adolescenti di oggi, evidenziando bisogni e criticità. 

  • Ha parlato di inclusione, invitando i ragazzi a non avere paura della diversità.
  • Ha invitato i ragazzi ad allontanarsi dal chiasso perché "solo nel silenzio interiore si può cogliere la voce della coscienza e distinguerla dalle voci dell’egoismo e dell’edonismo, che sono voci diverse".
  • Papa Francesco ha inoltre esortato i ragazzi presenti in aula Paolo VI a non essere dipendenti dal cellulare. Il santo padre non ha demonizzato il mezzo ma ha parlato dei rischi, fra cui quello di non riuscire a comunicare con gli altri. Uno strumento che non va demonizzato ma che rischia di ingabbiarli ed isolarli.
  • Infine papa Francesco ha parlato di bullismo, come "seme di guerra", contro cui i ragazzi devono lottare.

"È importante che il santo padre inviti gli stessi giovani a contrapporsi al bullismo. Sono loro infatti gli attori principali di un cambiamento necessario" ha dichiarato Virginia Kaladich, presidente della Federazione istituti attività educative (Fidae). Per contrastare e prevenire il bullismo, la Fidae, insieme all'ente unico nazionale di accreditamento Accredia, l'ente di normazione Uni, l'Istituto internazionale salesiano di ricerca educativa (Isre) e il Movimento italiano genitori (Moige) hanno lanciato una prassi di riferimento per le scuole, la Uni/PdR 42:2018 “Prevenzione e contrasto del bullismo”, pubblicata lo scorso 1° agosto.