Le migliori università di lingue orientali

Di Redazione Studenti.

Le migliori università italiane di lingue orientali: ecco i 5 atenei che offrono una più ampia offerta formativa linguistica rispetto agli altri

Le migliori università di lingue orientali: introduzione

Le migliori università di lingue orientali
Le migliori università di lingue orientali — Fonte: redazione

Se avete intenzione di intraprendere lo studio di una o più lingue orientali, è bene sapere che nel nostro paese il numero di università in cui è presente la rispettiva facoltà di studi è piuttosto esiguo.

Dal momento che ogni ateneo offre una qualità di insegnamento differente in base alla lingua presa in considerazione, farò riferimento alle lingue orientali in modo generico e indicando qui di seguito come "migliori" le cinque università italiane che offrono una più ampia offerta formativa linguistica rispetto alle altre. Tutti gli atenei elencati offrono, oltre agli insegnamenti linguistici, corsi umanistici riguardanti la cultura della lingua scelta.

Università "Ca' Foscari" di Venezia

La più ampia scelta linguistica di genere orientale viene proposta dall'Università Ca' Foscari: il nome del corso è "Lingue, culture e società dell'Asia e dell'Africa mediterranea".

In fase di immatricolazione il futuro studente ha la possibilità di scegliere fra ben cinque percorsi formativi (curricola) inerenti ad altrettante differenti aree culturali dell'Asia e dell'Africa Mediterranea. Ogni percorso prevede l'insegnamento di almeno due lingue orientali (una principale e una secondaria) e i relativi corsi culturali (storia, filosofia, letteratura. . . ); è inoltre possibile scegliere quale indirizzo dare al percorso formativo (economico-giuridico oppure umanistico). La lingua inglese è inlcusa in ogni percorso come terza lingua.

Gli insegnamenti offerti sono numerosi e spaziano dall'Estremo Oriente (come Cinese e Giapponese) al Medio e Vicino Oriente (come Arabo, Armeno, Turco. . . ). Gli abbinamenti fra diverse lingue sono a scelta dello studente. Il difetto? Non è possibile abbinare lo studio di una lingua orientale ad una occidentale (inglese a parte).

Università degli studi di Napoli "L'Orientale"

La peculiarità di questo ateneo è che, pur offrendo una quantità minore di insegnamenti linguistici orientali, propone due differenti corsi: il primo (Lingue e culture orientali e africane), permette ai propri studenti di abbinare una o più lingue orientali allo studio di una lingua dell'Unione Europea a scelta (diversa dall'italiano).

Possiede inoltre un corso (Lingue e culture Comparate) che prevede la comparazione linguistica e culturale fra una lingua orientale e una europea (o americana).

L'Orientale è dunque l'ateneo ideale per coloro che vogliono fare degli studi comparati che non siano limitati ad una sola area culturale ad oriente.

Università "Sapienza" di Roma

La Sapienza offre il corso "Lingue e civiltà orientali" e l'insegnamento di almeno una lingua orientale a scelta, eventualmente abbinata ad una seconda lingua orientale e lo studio della lingua inglese. La scelta si limita alle lingue orientali principali, l'insegnamento non è suddiviso in curricola e non sono possibili abbinamenti fra lingue orientali e occidentali.

Università di Bologna

Il nome del corso è "Lingue, mercati e culture dell'Asia". Le aree linguistiche principali sono due: cinese e giapponese per la prima area, arabo e persiano per la seconda. Possono essere abbinate ad una lingua europea fra quelle disponibili nell'offerta didattica.

Università degli studi di Torino

Il nome del corso è "Lingue e culture dell'Asia e dell'Africa", e prevede quattro percorsi formativi a seconda dell'area linguistica e culturale di interesse. La prima lingua quella dell'area scelta, mentre la seconda può essere una delle lingue asiatiche e africane insegnate nel corso di laurea o una lingua europea.

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Altri contenuti sulle università in Italia

Ascolta il podcast su come scegliere la facoltà universitaria

Ascolta su Spreaker.