Le memorie di tutti: bando del MI per l'anniversario delle stragi di Capaci e via d'Amelio

Di Veronica Adriani.

Come partecipare al concorso del MI Le memorie di tutti, per il ricordo delle stragi di Capaci e via d'Amelio

LE MEMORIE DI TUTTI

Le memorie di tutti è un concorso bandito dal MI per ricordare le stragi di via d'Amelio e Capaci
Le memorie di tutti è un concorso bandito dal MI per ricordare le stragi di via d'Amelio e Capaci — Fonte: getty-images

Le memorie di tutti è un concorso bandito dal MI per ricordare il trentennale delle stragi di via d'Amelio e Capaci.

Un concorso piuttosto atipico, perché non mira a premiare il miglior elaborato prodotto da una scuola, ma semplicemente a ricordare e celebrare un anniversario importante, riflettendo sull'affermazione degli ideali di libertà e giustizia.

Protagonista di questo bando è il lenzuolo bianco. Il MI, spiega così il perché:

I lenzuoli bianchi, che per molti anni hanno coperto le tantissime vittime della violenza mafiosa e dopo le stragi del 1992 nella città di Palermo sono diventati simbolo di un popolo che si ribella, bandiere spontanee e popolari.

LE MEMORIE DI TUTTI: COME PARTECIPARE AL BANDO

I lenzuoli dovranno essere inviati entro il 1° maggio 2022 alla sede della Fondazione Falcone in via Serradifalco, 250 – 90145 Palermo, e dovranno rispondere ai seguenti requisiti:

  • Essere bianchi, in cotone o tessuto similare, non plastificati, non incorniciati, non intelaiati;
  • Misurare 100x150 cm e potranno essere anche usati;
  • I colori della pittura da utilizzare dovranno essere resistenti al sole, alla pioggia e alle intemperie;
  • Ogni scuola dovrà ispirare la propria creazione alla memoria di uno dei caduti nella lotta alle mafie attraverso l’uso di testi, immagini o simboli a loro dedicati, usando i materiali su www. fondazionefalcone. org
  • Essere firmati dagli autori e indicare la scuola e la provincia di appartenenza, essere corredati da un testo di spiegazione del percorso di elaborazione di una cartella e una didascalia di un rigo.

I lenzuoli pervenuti ed esposti non saranno restituiti e, successivamente al termine del progetto del 2022, saranno consegnati al MI per proseguire il viaggio nelle altre città martiri di stragi mafiose.

Ascolta su Spreaker.

Il ministro Bianchi ha dichiarato:

L'educazione alla cittadinanza e alla legalità è un percorso che le nostre scuole portano avanti ogni giorno dell'anno. Commemorazioni come quella del 23 maggio, anniversario della Strage di Capaci, hanno il valore di riunirci tutti quanti per onorare donne e uomini che hanno perso la vita in difesa della democrazia.

Hanno il senso di farci riscoprire e ritrovare come comunità solidale e coesa. Nel 1992 i palermitani usarono i lenzuoli bianchi per alzare il capo contro la violenza e ribellarsi. Rinnoviamo ancora oggi quel simbolo, portiamo i lenzuoli realizzati dalle nostre scuole nelle piazze, nelle strade. Manifestando attraverso di essi una coscienza civile che rifiuta l'odio, la mafia, la criminalità.

Leggi anche: