Le conseguenze della Guerra dei cent'anni

Di Redazione Studenti.

Quali furono le conseguenze più importanti della Guerra dei cent'anni in Francia e in Inghilterra? Ecco le conseguenze demografiche, economiche e militari

Introduzione

Le conseguenze della Guerra dei cent'anni
Le conseguenze della Guerra dei cent'anni — Fonte: getty-images

La Guerra dei Cent'anni attraversò un arco di tempo così lungo, che molte delle sue conseguenze più importanti furono anche legate ad altri eventi accaduti nello stesso periodo.

Una delle maggiori eredità politiche del conflitto fu la crescita del nazionalismo in Inghilterra e in Francia.

Entrambe le parti usarono la propaganda per ritrarre l'altro come brutale e selvaggio, ed entrambi videro l'emergere di ciò che potrebbe essere descritto come una coscienza nazionale.

Ciò accompagnò lo sviluppo dell'Inghilterra e della Francia in stati-nazione, con maggiori poteri amministrativi e coercitivi sulle loro popolazioni.

Ecco a seguire quali furono le conseguenze della Guerra dei cent’anni.

Implicazioni demografiche

Il conflitto ebbe importanti implicazioni demografiche per la Francia, dove coincise con grandi carestie ed epidemie, inclusa la peste nera nei primi anni del conflitto.

La mancanza di manodopera contribuì all'indebolimento delle relazioni tra signori e contadini. Le tensioni sociali scatenate da questi cambiamenti si sono riflesse in una serie di insurrezioni contadine, in particolare la Jacquerie.

Le relazioni feudali attorno alle quali erano organizzate entrambe le società erano ulteriormente corrose dai cambiamenti nella guerra stessa.

Cambio della lingua

La Guerra dei Cent'anni fece effettivamente riferimento ad una serie di conflitti avvenuti tra il 1337 e il 1453. Questi conflitti, tra famiglie regnanti dell'Inghilterra e della Francia, furono significativi nel modo in cui portarono alla formazione dell'Europa moderna.

Separato solo dal Canale della Manica, Inghilterra e Francia erano sempre stati strettamente collegati. Nell'antichità erano entrambi parte dell’Impero romano.

La conquista normanna del 1066 trasformò l'Inghilterra, sostituendo l'élite anglo-sassone con quella anglo-normanna e cambiando radicalmente la lingua inglese. Il francese divenne la lingua della corte.

Sostegno dell'esercito permanente

Un altro importante cambiamento è che la Guerra dei cent'anni portò l'innovazione militare degli eserciti permanenti.

Per l'Inghilterra, sostenere un esercito permanente e l'alto costo delle guerre straniere significava un aumento delle tasse, qualcosa che doveva essere approvato dal Parlamento.

Ciò a sua volta portò ad un aumento del potere per la Camera dei Comuni.

Rinascita del nazionalismo

La guerra stessa segnò un'importante rinascita del nazionalismo e la creazione di distinte identità francesi e inglesi.

Soprattutto quando l'Inghilterra cominciò a perdere i suoi possedimenti sul continente, sorse un forte senso di nazionalismo culturale e politico, fondato sul rifiuto dei francesi, che durò fino al XX secolo in gran parte della cultura popolare inglese.

Incursioni degli eserciti

La Guerra dei cent'anni colpì gli equilibri del potere in Inghilterra e in Francia e rimodellò anche la battaglia. I contadini, le cui fattorie furono distrutte dalle incursioni di eserciti, mercenari o banditi, soffrirono molto a causa della guerra. Eppure, alcuni, come i commercianti, approfittarono della guerra e si arricchirono.

Altri contenuti sulla Guerra dei cent'anni

Ascolta il podcast sulla Guerra dei cent'anni

Ascolta su Spreaker.