Le avventure di Tom Sawyer: riassunto capitolo per capitolo

Di Redazione Studenti.

Le avventure di Tom Sawyer: riassunto capitolo per capitolo del romanzo di Mark Twain scritto nel 1875

Le avventure di Tom Sawyer

Mark Twain, scrittore di Tom Sawyer
Mark Twain, scrittore di Tom Sawyer — Fonte: getty-images

Le avventure di Tom Sawyer è stato scritto nel 1875 da Mark Twain, pseudonimo di Samuel Clemens, nato in Florida il 30 novembre 1835. Dopo aver lavorato prima come tipografo e successivamente come giornalista, diventa uno scrittore.
Dopo una vita costellata di disgrazie familiari (muoiono prima la moglie e poi la figlia Olivia), il 21 aprile 1910 muore. Le sue opere più famose sono Le avventure di Tom Sawyer del 1876 e Le avventure di Huckleberry Finn del 1885. 
Le avventure di Tom Sawyer racconta le avventure di un ragazzo in cui lo scrittore ammette di impersonarsi, e si può considerare infatti un libro autobiografico.

TOM SAWYER: RIASSUNTO CAPITOLO PER CAPITOLO

Tom Sawyer è un ragazzo molto vivace che si trova sempre nei guai, rendendo la vita impossibile alla zia Polly, con cui vive. Una notte, dopo essere scappato di casa con il suo migliore amico Huck, assiste ad un omicidio in un cimitero. Grazie alla sua testimonianza viene incriminato il vero assassino Joe il pellerossa, che però riesce a fuggire.

Tom Sawyer diventa un eroe per gli abitanti del quartiere ma inizia ad aver paura e a fare brutti sogni perché teme la vendetta dell’assassino Joe pellerossa. Ma Tom Sawyer continua a cacciarsi nei guai: un giorno con i suoi amici scappa per qualche giorno lasciando i parenti in lacrime convinti ormai della loro morte. Durante la funzione funebre però, succede il colpo di scena, infatti Tom Sawyer entrano improvvisamente in chiesa e i parenti organizzano una festa per il loro ritorno. Spesso lui si inventa dei malesseri per non andare a scuola ma, tutto cambia quando nella sua classe arriva una nuova ragazza, Becky, la sua futura fidanzata.

Un giorno i due entrano in una grotta e qui che Tom Sawyer intravede Joe il pellerossa. Il ragazzo, dopo qualche giorno, trova l’uscita e il padre di Becky fa chiudere l’ingresso della grotta con una massiccia lamiera di ferro. Quando Tom Sawyer lo viene a sapere è troppo tardi infatti, riaperto l’ingresso, vedono Joe disteso a terra privo di vita.
Successivamente Tom Sawyer e Huck ricordano quando Joe e il suo complice hanno seppellito un tesoro in una casa stregata. Decidono quindi di recarsi nella casa e trovano il tesoro, diventando così molto ricchi. Huck, che era orfano, viene affidato alla vedova Douglas però per lui, abituato a vagabondare, è difficile convivere con una persona e rispettare quindi molte regole. Decide quindi di ritornare alla sua vecchia vita, rinunciando anche alla ricchezza.

Per fortuna a Tom viene un’idea; escogita infatti di creare un nuovo gruppo, non di pirati ma bensì di banditi. Huck è molto entusiasta però Tom Sawyer gli fa notare che il vero bandito è una persona rispettabile che addirittura appartiene alla nobiltà e non può essere quindi un vagabondo. Huck davanti a questa prospettiva allettante accetta di vivere a casa della vedova Douglas.