La Statale di Milano per i diritti: ecco chi non pagherà le tasse

Il nuovo piano di decontribuzione studentesca dell'Università degli Studi di Milano prevede importanti novità, tra cui la no tax area che passerà da 22 mila a 30mila euro di reddito

La Statale di Milano per i diritti: ecco chi non pagherà le tasse
getty-images

La statale di Milano: niente tasse per gli studenti con ISEE inferiore a 30mila euro

La Statale di Milano per i diritti: ecco chi non pagherà le tasse
Fonte: getty-images

Il Consiglio di Amministrazione della Statale di Milano, dopo il parere favorevole del Senato del 12 marzo, ha stabilito il nuovo piano di decontribuzione studentesca che entrerà in vigore dal prossimo anno accademico.

Una delle principali novità dei nuovi provvedimenti riguarda l’innalzamento della soglia minima di ISEE da 22 mila a 30 mila euro (no tax area), inoltre, è previsto anche l’innalzamento dell’ISEE massimo da 75mila a 80mila euro e la riduzione della tassazione per tutte le fasce di reddito inferiori a 78mila.

La Statale di Milano: ecco chi non pagherà le tasse

Il nuovo provvedimento si applicherà a tutti gli studenti della Statale di Milano:

  • in corso
  • fuori corso al primo anno
  • fuori corso dal secondo anno

In totale, il numero degli iscritti che usufruirà della no tax area passerà da 19mila a 27mila, in base ai dati di riferimento attuali, quasi la metà del totale degli studenti dell’ateneo.

Inoltre, saranno applicate tariffe più basse di quelle attuali a tutti gli studenti con reddito fino a 78mila euro, mentre le tariffe più alte riguarderanno i redditi superiori ai 78 mila euro.

Il costo dell’intero provvedimento è di circa 950mila euro, introito che verrà compensato con fondi ministeriali.

"Con questa misura a favore degli studenti, la Statale riafferma il ruolo di apripista in relazione alle politiche per il diritto allo studio, a livello nazionale. Viene così riaffermata l’identità de La Statale quale Ateneo pubblico, aperto e inclusivo che mira ad abbattere ogni barriera sociale all’accesso alla formazione e a valorizzare appieno le qualità di tutte le studentesse e gli studenti", commenta Marina Brambilla, Prorettrice ai servizi per la didattica e agli studenti dell’Università degli Studi di Milano.

La Statale: la contribuzione attuale

Attualmente, la contribuzione in vigore presso l’ateneo prevede due rate: la prima uguale per tutti e la seconda determinata in base al tipo di iscrizione dello studente (in corso o fuori corso) e in base alla condizione economica del nucleo familiare. La rata fissa è di 156 euro, la rata massima, invece, varia da 3.204€ a 4.101€ per chi è in corso o fuori corso da un anno, da 4.806€ a 6.151€ per chi è fuori corso dal secondo anno.

Altri contenuti utili

Potrebbero interessarti questi articoli sulle borse di studio, agevolazioni e bonus messi a disposizione dalle Università:

Un consiglio in più