La classificazione degli enti pubblici

Di Redazione Studenti.

Enti pubblici: cosa sono e tipologie. Scopri in questa guida come si classificano in base alle loro funzioni e ai loro obiettivi. Spiegazione ed esempi

Introduzione

La classificazione degli enti pubblici
La classificazione degli enti pubblici — Fonte: getty-images

Gli Enti Pubblici sono quei soggetti giuridici che collaborano con lo Stato, per promuovere il benessere economico e sociale del paese, e che esercitano a questo scopo delle funzioni amministrative. Esse nel loro insieme formano la Pubblica Amministrazione.

In Italia il settore degli Enti Pubblici e disciplinato dal Diritto Pubblico e da quello Amministrativo, ma vi sono alcuni Enti che pur essendo Pubblici sono sottoposti al Diritto Privato. Ecco, di seguito la classificazione degli Enti Pubblici.

Enti Autonomi

Gli Enti autonomi sono quegli Enti che forniscono dei servizi alla comunità in cui sono stanziati con una certa autonomia nei confronti dello Stato. Essi operano infatti in un regime di Autogoverno, nel senso che sono loro stessi a prendere le proprie decisioni e ad amministrarsi. Quest'autonomia si rispecchia in molti aspetti come la possibilità di avere un proprio indirizzo politico e di avere la propria struttura organizzativa.

Enti Territoriali

Anche gli Enti Territoriali hanno l'obbiettivo di promuovere il benessere sociale ed economico del territorio in cui sono stanziati. Ed il loro scopo primario è proprio quello di conoscere le potenzialità e le problematiche del territorio in cui sono ubicati. Ma essi operano seguendo le direttive statali ed hanno un margine di autonomia in diversi casi. Essi sono:

  • lo Stato,
  • le Regioni,
  • le Provincie,
  • i Comuni,
  • le Aree Metropolitane,
  • le Comunità montane,
  • le Comunità isolane o d'arcipelago.

Enti Pubblici non economici

Gli Enti pubblici non economici sono degli Enti Parastatali che forniscono delle funzioni specifiche alla società e ai cittadini, come la promozione economica, la previdenza e l'assistenza. Ma si occupano anche di attività ludiche e dello sport. Sono dunque in una posizione strumentale nei confronti dello Stato. Alcuni esempi degli Enti Pubblici non Economici sono:

  • l'INPS
  • la Croce Rossa,
  • il Coni.

Enti Pubblici Economici

Gli Enti Pubblici Economici si differenziano da tutti quelli elencati in precedenza perché sono sottoposti al Diritto Privato. Anch'essi svolgono delle attività di interesse pubblico, come lo scambio di beni e servizi, ma lo fanno in un regime concorrenziale con le altre Imprese operanti sul territorio. Non sono soggetti al fallimento. Ma in ogni caso sono considerate come delle vere e proprie imprese private.

Agenzie

Le Agenzie rappresentano la forma più ambigua degli Enti Pubblici. In quanto possono avere diverse forme e organizzazioni. In ogni caso esse sono sottoposte al controllo di un Dicastero. In questo modo all'Agenzia rimangono le fasi operative e produttive. Nel rispetto della divisione tra politica e amministrazione. In Italia alcuni esempi di Agenzie sono:

  • l'Agenzia per le comunicazioni,
  • l'Agenzia dei trasporti e per le Infrastrutture,
  • l'Agenzia industrie difesa.

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili: