L'inventore dei sogni di Ian McEwan: riassunto

Di Redazione Studenti.

Riassunto de L'inventore dei sogni di Ian McEwan: analisi dei luoghi e dei personaggi del libro dello scrittore britannico

Ian McEwan

Ian McEwan
Ian McEwan — Fonte: getty-images

Ian McEwan è sia scrittore che sceneggiatore e vive ad Oxford. Ha scritto moltissimi romanzi e film, ma anche racconti e romanzi per bambini, tra cui, appunto, L'inventore di sogni.

Ma di cosa parla questo romanzo?

Ascolta su Spreaker.

L'inventore dei sogni, riassunto

Protagonista de L’inventore dei sogni è un bambino, Peter Fortune, di undici anni a cui piace molto sognare, fantasticare con la mente e inventare storie. Peter viene definito dalle persone adulte che lo circondano come un bambino difficile: spesso sognando anche ad occhi aperti perde la cognizione del tempo e della realtà, quasi assentandosi dal mondo.

il libro ruota attorno ai sogni di Peter, nei quali si inserisce la famiglia, composta dalla mamma Viola, dal papà Thomas e dalla sorellina Kate. In ogni storia che compone il libro si aggiungono, al quadro familiare, nuovi personaggi: per ciascuno Peter inventa una storia che li vedrà protagonisti.

I capitoli del libro

Ogni capitolo del libro rappresenta un sogno di Peter, e ciascuno presenta una trama differente.

  • Le Bambole
    Vede come protagonista Peter e le bambole della sorellina, Kate, che si animeranno;
  • Il Gatto
    Questo sogno narra di Peter che scambia la sua essenza con il gatto di famiglia
  • La Pomata Svanilina
    Peter che trova una pomata che fa scomparire le persone, con la quale farà scomparire l’intera famiglia
  • Il Prepotente
    Barry Tamerlane è il protagonista. Con lui Peter avrà uno scontro
  • Il Ladro
    Un ladro reale sarà sostituito da Mrs Goodgame
  • Il Bambino
    A casa di Peter arriverà la zia Laura e suo figlio, il piccolo Kenneth che ingelosirà Peter
  • I Grandi
    Peter si troverà a riflettere sull'essere adulto: gli piacerà o no?

L'inventore dei sogni, temi

La tematica principale che McEwan tratta è quella del sogno. Tutto il libro si basa sui sogni di un bambino, sulla sua immaginazione che gli permette di vivere avventure altrimenti impossibili da realizzare.

L’autore mette in evidenza il modo di fare dei bambini: il sogno è una loro caratteristica che solitamente crescendo e diventando adulti tende a perdersi. La fantasia dei bambini è ciò che li rende speciali: è difficile trovare degli adulti che si perdano in un sogno ad occhi aperti e fantastichino spaziando nell’immaginazione.

Un'altra tematica è quella della crescita e del passaggio dall’infanzia all’adolescenza, fase della vita che Peter attraversa in modo un po’ particolare.

Il protagonista cerca di crescere e comportarsi come una persona adulta, costruendo con la fantasia eventi e situazioni che lo rendono protagonista, e che in conclusione gli insegnano qual è il modo giusto di comportarsi in determinate circostanze. Nell’ultimo racconto, intitolato I Grandi, Peter immagina un suo modo di essere da grande e pensa a come potrebbe comportarsi una persona adulta, scoprendo che ci sono aspetti positivi anche nel non essere bambini.

La transizione dall’infanzia all’adolescenza è una fase della vita che tutti devono attraversare, ma ciascuno decide il modo in cui affrontarla.

Analisi dei personaggi

Il protagonista è Peter Fortune, un bambino di undici anni, a cui piace sognare. È un bambino normale: va a scuola, fa i compiti, ubbidisce ai genitori come fanno gli altri bambini, litiga con la sorellina ma non più di quanto fanno gli altri. Sarebbe definito un bambino normale se non fosse per la sua irrefrenabile fantasia, che spesso lo porta a sognare ad oggi aperti estraniandosi completamente dalla realtà.

Anche se i suoi sogni sono sempre diretti verso il mondo infantile, come ad esempio il coinvolgimento di bambole, Peter cerca di crescere, provando a rendersi all’altezza di ogni situazione.

La famiglia di Peter è composta dalla mamma Viola, dal papà Thomas e dalla sorellina più piccola Kate e a completare il quadro c’è il gatto William.

Nelle varie vicende si aggiungono personaggi come Barry Tamerlane, definito da Peter come il prepotente. Barry è un compagno di scuola di Peter, che oltre a essere fisicamente più grande di lui, si impone sui coetanei con atti di bullismo.

Oltre a Barry Tamerlane, ci sono altri personaggi come Mrs Goodgame, la signora anziana che abita nel quartiere di Peter e che non sopporta i bambini; la zia Laura, una delle zie preferite da Peter, sorella di sua madre, che si stabilisce per un po’ di tempo a casa di Peter con il figlio Kenneth, un bambino piccolo, non troppo vivace.

Ci sono infine gli amici del mare di Peter, con i quali lui ha fondato la Banda del Mare e con cui gioca tutte le estati, e la sorella di alcuni di loro, Gwendaline, una ragazza  universitaria, molto timida. Questi personaggi si inseriscono nelle varie storie del libro, diventandone i protagonisti.

Ambientazione de L'inventore dei sogni

Il libro è ambientato in Inghilterra, anche se non viene esplicitato direttamentre.

Il tutto si svolge in una città, il cui nome è sconosciuto, in una villa con giardino, residenza della famiglia Fortune. Un altro ambiente, anche se figurato, che rispecchia molto la realtà, è il mondo dei sogni, nel quale si svolgono tutte le vicende che Peter inventa.

Stile di Ian McEwan

in questo libro lo stile dell'autore è descrittivo e accurato. McEwan indugia a lungo sulle sensazioni che il protagonista prova, con dialoghi tra lui e gli altri personaggi.

Il testo è scritto in terza persona, il linguaggio non presenta terminologia specifica né vocaboli troppo ricercati. Non ci sono frasi particolarmente strutturate, quindi la lettura risulta scorrevole.