L'effetto serra in breve

Di Redazione Studenti.

L'effetto serra: breve ricerca per la scuola media sul significato e le conseguenze di questo fenomeno da cui dipende la temperatura del nostro pianeta

L'EFFETTO SERRA IN BREVE, SIGNIFICATO

L'effetto serra in breve
L'effetto serra in breve — Fonte: getty-images

L’effetto serra è un fenomeno naturale grazie al quale il nostro pianeta mantiene una temperatura che permette la presenza e lo sviluppo della vita sulla Terra.

A causa dei gas emessi dalle attività umane, negli ultimi anni questo fenomeno ha portato a cambiamenti profondi dal punto di vista climatico e ambientale.

Perciò nel linguaggio comune, quando si dice effetto serra s’intende il pericolo di un rapido riscaldamento dell’aria in tutte le zone della terra.

Il fenomeno naturale. Ecco i vantaggi dell’effetto serra in condizioni normali:

  • la luce del sole investe ogni girono il nostro pianeta, buona parte di essa attraversa lo strato d’atmosfera e arriva sui continenti e sugli oceani, dove si trasforma in calore.
  • Questo calore viene irradiato in alto e riscalda di disperdersi nello spazio cosmico.
  • I “gas serra” riflettono le radiazioni di calore e le rimandano verso il basso.

Tale fenomeno è chiamato così per analogia con quanto avviene nelle serre: il mantenimento del calore ambientale.

Il calore che resta intrappolato presso la superficie è di vitale importanza, perché senza di esso la terra sarebbe troppo fredda per poter ospitare la vita.

Quando diventa pericoloso?

Negli ultimi decenni è aumentata la percentuale di anidride carbonica nell’atmosfera, perché le industrie e le altre attività umane bruciano grosse quantità di combustibili fossili.

L’aumento di anidride carbonica causa circa metà dell’amplificazione dell’effetto serra. Il resto è dovuto a emissioni d’altri gas tra i quali: metano, CFC, ossidi d’azoto, ecc.

EFFETTO SERRA: CONSEGUENZE

Già un aumento di 2° o 3° C di temperatura avrebbe conseguenze di vasta portata, che gli scienziati non sono in grado di prevedere completamente.

  • Potrebbero fondere in parte le calotte polari: s’innalzerebbe il livello dei mari e molte città costiere resterebbero sommerse (ad esempio: Venezia, New York, Calcutta, ecc.).
  • Potrebbe cambiare la distribuzione delle piogge sul globo: i deserti avanzerebbero e si perderebbero molti terreni coltivati; invece le zone fredde come la Siberia e il Canada acquisterebbero un clima mite.
  • Il mutamento del clima modificherebbe la distruzione delle foreste e delle risorse idriche.
  • I cambiamenti sarebbero troppo rapidi perché le piante e gli animali possano adattarsi e molte specie si estinguerebbero.