Riforma Gelmini: Istituto Professionale - Servizi commerciali

Di Barbara Leone.

Gli studenti dell'Istituto Professionale possono scegliere tra due settori e 6 indirizzi: ecco gli obiettivi per chi sceglie Servizi commerciali nel settore dei servizi

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

Con l'entrata in vigore della riforma della scuola del Ministro Gelmini, dall'anno scolastico 2010/2011, gli studenti che si iscrivono al settore dei servizi dell'Istituto Professionale possono scegliere tra 4 indirizzi: "Servizi per l’agricoltura e lo sviluppo rurale", "Servizi socio-sanitari", "Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera", "Servizi commerciali". Il diplomato nell'indirizzo Servizi commerciali avrà competenze professionali che gli consentono di supportare operativamente le aziende del settore sia nella gestione dei processi amministrativi e commerciali sia nell’attività di promozione delle vendite. In tali competenze rientrano anche quelle riguardanti la promozione dell’immagine aziendale attraverso l’utilizzo delle diverse tipologie di strumenti di comunicazione, compresi quelli pubblicitari. Si orienta nell’ambito socio-economico del proprio territorio e nella rete di interconnessioni che collega fenomeni e soggetti della propria regione con contesti nazionali ed internazionali.

Ogni studente deve essere in grado di:
- ricercare ed elaborare dati concernenti mercati nazionali e internazionali;
- contribuire alla realizzazione della gestione commerciale e degli adempimenti amministrativi ad essa connessi;
- contribuire alla realizzazione della gestione dell’area amministrativo-contabile;
- contribuire alla realizzazione di attività nell’area marketing;
- collaborare alla gestione degli adempimenti di natura civilistica e fiscale;
- utilizzare strumenti informatici e programmi applicativi di settore;
- organizzare eventi promozionali;
- utilizzare tecniche di relazione e comunicazione commerciale, secondo le esigenze del territorio e delle corrispondenti declinazioni;
- comunicare in almeno due lingue straniere con una corretta utilizzazione della terminologia di settore;
- collaborare alla gestione del sistema informativo aziendale.

Alla fine del percorso di studio, il diplomato deve conseguire i seguenti risultati di apprendimento:
- individuare le tendenze dei mercati locali, nazionali e internazionali;
- interagire nel sistema azienda e riconoscere i diversi modelli di strutture organizzative aziendali;
- svolgere attività connesse all’attuazione delle rilevazioni aziendali con l’utilizzo di strumenti tecnologici e software applicativi di settore;
- contribuire alla realizzazione dell’amministrazione delle risorse umane con riferimento alla gestione delle paghe, al trattamento di fine rapporto ed ai connessi adempimenti previsti dalla normativa vigente;
- interagire nell’area della logistica e della gestione del magazzino con particolare attenzione alla relativa contabilità;
- interagire nell’area della gestione commerciale per le attività relative al mercato e finalizzate al raggiungimento della customer satisfaction;
- partecipare ad attività dell’area marketing ed alla realizzazione di prodotti pubblicitari;
- realizzare attività tipiche del settore turistico e funzionali all’organizzazione di servizi per la valorizzazione del territorio e per la promozione di eventi;
- applicare gli strumenti dei sistemi aziendali di controllo di qualità e analizzare i risultati;
- interagire col sistema informativo aziendale anche attraverso l’uso di strumenti informatici e telematici.

Ecco il quadro orario di attività ed insegnamenti obbligatori dell'indirizzo nei Servizi commerciali previsti dal Ministero dell'Istruzione: