Iscrizioni scuola 2022-23: cosa succede se non c'è posto

Di Maria Carola Pisano.

Iscrizioni scuola 2022-23: cosa succede se non c'è posto nella scuola indicata per prima? Ecco gli studenti che hanno la precedenza e perché

ISCRIZIONI SCUOLA 2022-23

Iscrizioni scuola 2022-23: cosa succede se non c'è posto
Iscrizioni scuola 2022-23: cosa succede se non c'è posto — Fonte: istock

Prima della fine delle vacanze di Natale 2021, il MI aprirà le iscrizioni a scuola 2022-23 sul portale dedicato. Per iscriversi al prossimo anno scolastico ci sarà tempo dal 4 gennaio e fino al 4 febbraio, le richieste devono essere inviate online per le classi prime della scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado statale

ISCRIZIONI SCUOLA 2022: DOMANDE

Nelle domande delle iscrizioni scolastiche 2022 le famiglie possono indicare fino a un massimo di tre istituti: la prima scelta e due alternative. Può succedere che nella scuola indicata come prima preferenza non ci sia posto: chi ha la precedenza in questo caso? Quali sono i criteri che garantiscono la priorità?

ISCRIZIONI SCUOLA 2022: CHI HA LA PRECEDENZA

La circolare del MI parla chiaro: 

Nel rispetto dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, i criteri di precedenza deliberati dai singoli Consigli di istituto debbono rispondere a principi di ragionevolezza quali, a puro titolo di esempio, quello della vicinanza della residenza dell’alunno/studente alla scuola o quello costituito da particolari impegni lavorativi dei genitori e degli esercenti la responsabilità genitoriale. Non può viceversa essere data priorità alle domande di iscrizione in ragione della data di invio delle stesse. Si ritiene sia da evitare, quale criterio di precedenza, l’esito di eventuali test di valutazione. L’estrazione a sorte si valuta costituisca extrema ratio.

Sono quindi dirigenti scolastici a stabilire quali sono i criteri di precedenza tra gli studenti in eccesso. La circolare ministeriale fornisce infatti alcuni esempi: la vicinanza dell'indirizzo di residenza rispetto alla scuola, gli impegni lavorativi dei genitori. La data dell'invio della domanda, invece, non conta come precedenza. Si sconsiglia l'utilizzo di test di valutazione e si considera il sorteggio come ultima spiaggia. 

Le istruzioni e le news per le iscrizioni scolastiche 2022-23: