#ioleggoperché: superato 1 milione di libri donati alle scuole in 4 anni, 400.000 in questa edizione 2019

Di Redazione Studenti.

Sono 300.000 i libri donati alle biblioteche scolastiche dai cittadini (+52% rispetto al 2018). A questi si aggiungeranno almeno 100.000 volumi degli editori

#IOLEGGOPERCHE’: NEL 2019 300 MILA LIBRI DONATI ALLE SCUOLE

#ioleggoperché 2019
#ioleggoperché 2019 — Fonte: ufficio-stampa

#ioleggoperché cresce ancora: l’iniziativa lanciata nel 2015 dall’Associazione Italiana Editori (AIE) si chiude con un bilancio straordinario di quasi 300.000 libri donati dai cittadini nelle 2.400 librerie aderenti e destinati alle biblioteche scolastiche delle 15.000 scuole iscritte in tutta Italia, con un incremento del 52% rispetto alle donazioni del 2018. A questi andranno sommati i 100.000 nuovi volumi che gli editori sostenitori dell’iniziativa destineranno, entro fine anno scolastico, alle scuole che ne hanno fatto richiesta. Un grande gioco di squadra che ha prodotto risultati insperati rispetto al bisogno della scuola e alla generosità della comunità civile che ruota intorno ad essa: studenti, cittadini, editori, ma anche Istituzioni, canali televisivi, partner, scrittori e testimonial, mondo del calcio, tutti insieme, hanno contribuito a raccogliere nei quattro anni di vita dell’iniziativa oltre 1 milione di libri per gli studenti delle scuole di tutti gli ordini e i gradi: “Solo in questa edizione – ha sottolineato il presidente di AIE Ricardo Franco Levi - #ioleggoperché porta alle biblioteche scolastiche oltre 400.000 volumi e supera così ampiamente il milione di volumi donati in quattro anni. Un bilancio straordinario e un risultato corale per un’iniziativa che ha coinvolto un italiano su 200 nella nove giorni dell’iniziativa”.

"Il successo di #ioleggoperché – ha dichiarato il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Lorenzo Fioramonti - ci racconta che quando si fanno le cose insieme e si fanno per bene, i risultati crescono alla pari con l'entusiasmo. La lettura è fondamento di cultura e libertà. E aiuta la società civile a crescere insieme: per questo condivido i progetti che chiamano in campo più soggetti, dove si interagisce, dove ci si sente coinvolti".

#IOLEGGOPERCHE’: I TITOLI PIU’ RICHIESTI

Tra i titoli più amati, richiesti dalle scuole e donati dai cittadini, risultano: “Il piccolo principe” di Antoine de Saint-Exupéry, seguito da “La fabbrica di cioccolato” di Roald Dahl.

LIBRI, LE DONAZIONI 2019 REGIONE PER REGIONE

La campagna – che ha interessato per iscrizioni per il 49% scuole dell’Infanzia, per il 26% primarie, per il 20% secondarie di primo grado, per il 5% secondarie di secondo grado - ha rispecchiato anche in termini di donazioni l’omogeneità della presenza delle scuole, distribuite tra Nord Est (25%), Nord Ovest (27%), Centro (22%), Sud Italia e Isole (26%). Un successo confermato anche dalle numerose attività spontanee proliferate in tutto lo Stivale, quest’anno condivisibili anche sulla nuova piattaforma del progetto Agorà: Sono stati infatti oltre un migliaio gli eventi organizzati sul territorio da studenti, librai, insegnanti, volontari e famiglie nelle piazze e nelle librerie d’Italia, tra incontri con l’autore, flash mob letterari, lezioni, gare di abilità, spettacoli, installazioni in vetrina. In particolare, sono circa mille le iniziative candidate al contest #ioleggoperché 2019: le dieci più creative saranno premiate a dicembre, grazie al supporto di SIAE, con 10 buoni da 1500 euro per l’acquisto di libri.

Le tre scuole che hanno ottenuto il maggiore numero di libri per le loro biblioteche sono le tre secondarie di Primo Grado “Bernardo Pasquini” di Massa e Cozzile (PT) con 654 libri, la “Angelo Brofferio” di Asti con 488 volumi e la “Pirandello Svevo” di Napoli con 422 libri.

#ioleggoperché: donazioni 2019
#ioleggoperché: donazioni 2019 — Fonte: ufficio-stampa