Iniziare l'università: i consigli della psicologa per farlo al meglio

Matricole, i consigli della Dott.ssa Disparti per iniziare l'università con il piede giusto. Come muoversi tra i cambiamenti, come gestire al meglio tutte le novità, come gestire la paura del cambiamento.

Iniziare l'università: i consigli della psicologa per farlo al meglio
getty-images

Università, consigli per le matricole

Fonte: redazione

L’inizio dell’università può risultare emotivamente molto impattante per via di tutti i cambiamenti che implica nei vari ambiti di vita di chi lo sperimenta.
Tutto ciò per alcune matricole può tradursi in un sovraccarico difficile da gestire.

Muoversi tra i cambiamenti

Intraprendere il percorso universitario implica una serie di cambiamenti che, dal più piccolo al più grande, possono avere un grande impatto su chi li sperimenta.
Questo impatto, sebbene naturale e congruo con un momento carico di cambiamenti importanti, può creare delle difficoltà oltre che nella gestione pratica della quotidianità, anche a livello affettivo, relazionale ed emotivo, nonché nella visione e percezione di sé stessi nel mondo. Sebbene il cambiamento sia l’elemento essenziale per la crescita, quando tocca varie sfere, così come accade con l'inizio dell’università, può creare in chi lo sperimenta vissuti spiacevoli come:

  • paura e ansia
  • stress
  • solitudine
  • chiusura agli stimoli esterni
  • isolamento
  • umore depresso

E’ naturale perciò osservare che se questi vissuti non vengono accolti ed esperiti come passeggeri e naturali, tutto ciò possa portare a un malessere molto più intenso e quindi a cambiare idea rispetto al percorso intrapreso. Essere consapevoli del fatto che sperimentare questi vissuti è assolutamente comune in momenti come questo, è il primo passo per avviarsi verso il cambiamento.

Paura del cambiamento

Come abbiamo visto sopra, affrontare un periodo carico di cambiamenti può risultare stressante ed emotivamente impattante. E' anche vero però che alcune persone fanno visibilmente meno fatica di altre ad approcciarsi ai cambiamenti. La capacità di affrontare positivamente un cambiamento è legata a:

  • caratteristiche personali
  • propensione all’esplorazione e alla curiosità
  • qualità dei supporti esterni
  • risorse disponibili
  • buona autostima e senso di autoefficacia

Vien da sé che, al mancare di una o più di queste variabili, affrontare i cambiamenti possa risultare faticoso e spaventante. La paura del cambiamento è infatti il fattore di base riscontrabile in queste situazioni e può risultare, per alcuni, paralizzante e invalidante. In particolare, nelle persone che la sperimentano, è possibile individuare un’elevata intolleranza all’incertezza e all’imprevisto, con un conseguente blocco dell'esplorazione che comporta un arresto nel processo di cambiamento e tutti quei vissuti spiacevoli elencati prima.

Come gestire al meglio l'inizio dell'università

Nonostante alcune persone facciano più fatica ad affrontare questo nuovo inizio, questo non significa che sia impossibile intraprendere questo percorso e godersene gli aspetti positivi. è necessario però iniziare ad avviarsi a piccoli passi verso questo temuto cambiamento. Per poter gestire questo momento importante si possono quindi tenere a mente alcuni consigli pratici:

  • Nutri le relazioni significative: in momenti di grande cambiamento è importante mantenere alcuni punti saldi ed evitare di isolarsi;
  • Chiedi supporto: non è necessario fare tutto da soli, in momenti come questo è più che mai importante saper chiedere aiuto e sostegno sia a livello emotivo sia nella gestione di problemi pratici;
  • Tieni la mente aperta: utilizza la curiosità, esplora i nuovi ambienti, goditi l’aria nuova che stai respirando;
  • Non sei un pesce fuor d’acqua: per quanto ti possa sentire così, ricorda che tutte le persone che stanno intraprendendo questo percorso sono nella tua stessa condizione, utilizza questa consapevolezza per creare momenti di relazione e condivisione;
  • Concediti di stare male: è naturale che arrivino emozioni e vissuti spiacevoli, dopotutto stai chiudendo un capitolo della tua vita, per cui non imbottigliare tutto ma permetti a queste emozioni di fluire e fare il loro corso;
  • Non uscire dalla comfort zone, espandila: pensare di fare un salto fuori dalla comfort zone può essere spaventoso, allenati invece ad espanderla, ad esempio ponendoti ogni giorno qualche piccola sfida da affrontare;

Ricorda inoltre che se le emozioni e i vissuti si fanno troppo pesanti e difficili da gestire, puoi sempre fareriferimento a specialisti della Salute Mentale che possono supportarti nei periodi di cambiamento e aiutarti asviluppare le risorse necessarie

Altri contenuti di psicologia

Leggi anche:

Un consiglio in più