Il piccolo principe: scheda libro

Di Maria Carola Pisano.

Il piccolo principe, scheda libro: riassunto della trama, analisi dei personaggi e significato del capolavoro di Antoine de Saint-Exupéry

IL PICCOLO PRINCIPE DI ANTOINE DE SAINT EXUPERY

Il piccolo principe: scheda libro
Il piccolo principe: scheda libro — Fonte: redazione

Il piccolo principe è un racconto dello scrittore ed aviatore francese Antoine de Saint-Exupéry (1900-1944). Pubblicato nel 1943, il racconto Il piccolo principe è negli anni diventato un vero e proprio classico in grado di rapire bambini, ragazzi e adulti per il suo significato profondo. Sebbene sia pensato come una fiaba, Il piccolo principe è diventato nel tempo un vero e proprio caso editoriale, ed è al momento uno dei libri più venduti e tradotti al mondo.
Scritto durante la Seconda Guerra Mondiale, il racconto può essere letto come un messaggio di tolleranza e amore.

IL PICCOLO PRINCIPE: RIASSUNTO

Il narratore della storia è un pilota d’aerei precipitato nel deserto del Sahara, dove incontra un giovane fanciullo, biondo e bellissimo.
I due fanno amicizia, mentre il pilota prova a riparare il proprio velivolo. Il giovane fanciullo racconta la storia che l'aveva portato fin lì all'aviatore: proviene da un altro pianeta, l’asteroide B-612. Il pianeta è minuscolo, talmente piccolo che si può guardare il tramonto per tutto il giorno solo spostandosi un po’. Il piccolo principe si prende cura del suo pianeta e di una rosa che ha coltivato e cresciuto con tanto amore.

Dopo un litigio con la rosa, il piccolo principe decide quindi di esplorare i pianeti e parte così all'avventura. Nei pianeti che visita incontra sempre personaggi adulti con strane manie. 

Il primo asteroide che visita il piccolo principe è abitato da un re, un monarca assoluto che pensa di dominare l’intero universo.
In seguito il piccolo principe approda sul pianeta di un uomo vanitoso che trova incredibilmente noioso.
Visita poi il pianeta di un alcolizzato, che beve perché ha vergogna di bere.
L’incontro successivo è quello con un uomo d’affari intento a contare le stelle e che è convinto di possederle tutte.
Sul quinto pianeta c’è solo posto per un lampione e un uomo che lo accende e spegne ogni minuto.
Infine, il piccolo principe incontra un geografo, che gli suggerisce di andare a visitare la Terra.

IL PICCOLO PRINCIPE: FRASE CELEBRE

Il piccole principe arriva nella Terra, precisamente in un roseto, in cui capisce che la sua rosa, non essendo unica, non è nemmeno speciale. In questo momento arriva una volpe, che chiede al piccolo principe di addomesticarla. L’animale e il piccolo principe cominciano allora ad incontrarsi sempre alla stessa ora, così da essere speciali l’uno per l’altra.
Il rapporto con la volpe permette al principe di comprendere meglio il suo rapporto con la rosa. Come dice la volpe con la frase più famosa del libro: Non si vede bene che col cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi.

Il piccolo principe termina la sua storia e si rende conto che, dalla sua partenza dal suo pianeta, è passato circa un anno e, desideroso di rivedere la sua rosa, decide di tornare sul suo pianeta. I due cercano quindi un serpente, da cui il protagonista deve farsi mordere poiché è troppo pesante per tornare sull’asteroide B-612 così com’è.

IL PICCOLO PRINCIPE: MORALE

Il serpente morde il piccolo principe, che cade a terra senza far rumore.

Il pilota sa che il piccolo principe è tornato sul suo pianeta perché il giorno dopo il suo corpo è scomparso.
Il libro si chiude con l’invito del narratore a chiunque passi per quei luoghi e incontri un ragazzino taciturno e originale a contattarlo immediatamente.

IL PICCOLO PRINCIPE: COMMENTO

Il piccolo principe può essere letto come un lungo dialogo tra un adulto e un bambino. In questo dialogo a maturare sono i due protagonisti: tanto il piccolo principe quanto il pilota.
Chi cresce, per Saint-Exupéry, commette l’errore di dimenticare di essere stato bambino: il piccolo principe è proprio una metafora dello sguardo infantile sul mondo che vede tutte queste preoccupazioni umane del tutto senza senso, perché allontano gli uomini dal senso più intimo delle cose e dei rapporti tra le persone e dai rapporti tra loro.

IL PICCOLO PRINCIPE: SIGNIFICATO

Il percorso di maturazione del protagonista, grazie soprattutto al rapporto con la volpe, fa comprendere che ciò che davvero conta sono i legami di amicizia e non i beni materiali.
Il piccolo principe vuole essere una reazione agli anni cupi della guerra e il suo stile semplice e lineare lo rendono adatto a tutti i tipi di lettori.

IL PICCOLO PRINCIPE, FRASI

  • Se per esempio verrai alle quattro del pomeriggio, già dalle tre io comincerò a essere felice. Più il tempo passerà e più mi sentirò felice. Finché alle quattro sarò tutta agitata e in apprensione: scoprirò il valore della felicità!
  • Ecco il mio segreto. È molto semplice: si vede solo con il cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi.
  • Si corre il rischio di piangere un po', quando ci si è lasciati addomesticare...
  • Se ami una rosa che sta su una stella, di notte è bello guardare il cielo. Tutte le stelle sono fiorite.
  • Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla. Comprano le cose già fatte nei negozi. Ma siccome non esistono negozi che vendono amici, gli uomini non hanno più amici.
  • Per i vanitosi, infatti, gli altri uomini sono degli ammiratori.
  • Devo pur sopportare due o tre bruchi se voglio conoscere le farfalle. Pare che siano bellissime.

IL PICCOLO PRINCIPE, SCHEDA LIBRO: GUARDA IL VIDEO