Il Manierismo: video riassunto di 60 secondi

Di Elisa Chiarlitti.

Riassunto sul Manierismo in un video di 1 minuto: il significato, le caratteristiche e gli esponenti di questo periodo artistico e letterario del 1500

MANIERISMO

Il Manierismo è una corrente culturale, artistica e letteraria che caratterizza la seconda metà del 1500.

L’origine del termine è da ricercare nell’ambito dell’arte: Giorgio Vasari, infatti, dice che la perfezione è stata già raggiunta da Raffaello e Michelangelo e l’artista deve imitare non più la natura ma l’arte stessa.

Bisogna fare attenzione alla “maniera”, cioè allo stile dei modelli inarrivabili: Michelangelo e Raffaello per scultori e pittori, Petrarca per i poeti.

Dal 1550 iniziano a circolare traduzioni in volgare della poetica di Aristotele, che forniva delle regole da rispettare per i vari generi poetici.

I poeti del Manierismo ricercano un modello e al tempo stesso hanno un desiderio di libertà che porterà a una deformazione espressiva, ricerca della verità e della novità, una contaminazione di genere e ad una ricerca dell’artificio formale.

Il maggior rappresentante del Manierismo è Torquato Tasso.

Piano piano inizia a decadere la figura del letterato di corte, che diventa per lo più un segretario, e si allarga il pubblico grazie alla conoscenza del volgare e alla diffusione della stampa.

@studenti.it

ALTRI CONTENUTI SUL MANIERISMO

GUARDA LE ALTRE MINI LEZIONI DI LETTERATURA