Il giorno della civetta: scheda libro

Di Redazione Studenti.

Riassunto breve e schematico dell'opera di Leonardo Sciascia Il giorno della civetta. Scheda libro con ambientazione, personaggi e temi

IL GIORNO DELLA CIVETTA

Il giorno della civetta è uno dei più famosi romanzi di Leonardo Sciascia
Il giorno della civetta è uno dei più famosi romanzi di Leonardo Sciascia — Fonte: getty-images

Il giorno della civetta (1961) di Leonardo Sciascia (1921-1989) è ambientato in tre principali città: Roma, Palermo e Parma. L’autore nomina anche tre paesi siciliani, ma solo le loro iniziali: B., C., S..

Sciascia non vuole precisare gli anni precisi in cui è ambientata la vicenda, ma si intuisce che sia dopo il 1955. Ci dice invece che la storia inizia il 16 gennaio alle 6.30 e finisce nel 1972. Quindi la durata è di circa 17 anni.

IL GIORNO DELLA CIVETTA, PERSONAGGI

Nella vicenda troviamo due tipologie di personaggi:

  • Personaggi principali: capitano Bellodi (protagonista), il confidente Parinieddu, i 3 fratelli Colasberna, Diego Marchica, Nicolosi, Don Arena, Pizzuco, Dibella.
  • Personaggi secondari: il bigliettaio, l’ autista, il maresciallo, il tabaccaio, Scarantino, la moglie di Nicolosi, ministro Pella, Nenni, Fanfani, Brescianella.

IL GIORNO DELLA CIVETTA, RIASSUNTO SCHEMATICO

Riassunto per punti:

  • Un uomo, Salvatore Colasberna, viene ucciso su un autobus.
  • La polizia interroga i testimoni ma nessuno sembra sapere nulla.
  • Alla centrale di polizia arrivano molte lettere anonime e il capitano Bellodi, durante l’interrogatorio di un pentito, riesce a scoprire i nomi di due mafiosi: Pizzuco e Don Arena.
  • Un possibile testimone dell’omicidio, Paolo Nicolosi, scompare. La moglie sostiene che l'uomo, prima di sparire avesse parlato di due spari e fatto il nome di tal Zicchinetta, alias Diego Marchica, un ex carcerato con numerosi precedenti penali.
  • Il pentito viene ucciso.
  • Pizzuco, Marchica e don Arena vengono arrestati e interrogati. Presto però la polizia dovrà rilasciare Marchica perché ha un alibi.
  • La polizia rilascia anche gli altri due sospetti e Bellodi decide di non occuparsi più del caso.
  • Un giorno il capitano incontra un suo amico che vorrebbe riaprire il caso per difendere la sua patria dalla mafia.

IL GIORNO DELLA CIVETTA, NARRAZIONE

L’autore ha deciso di far coincidere fabula e intreccio: infatti l’ ordine è cronologico. In alcune parti sono tuttavia presenti dei flashback.

Il narratore è esterno onnisciente: si intuisce che sa già come andrà a finire la vicenda. Lo possiamo dedurre dal fatto che non è uno dei personaggi del racconto e narra alla terza persona singolare.

Il ritmo è piuttosto lento, a volte accelerato dalla presenza di sommari ed ellissi.

IL GIORNO DELLA CIVETTA: CAPITANO BELLODI

La presentazione dei personaggi è indiretta: l’autore ci lascia intuire come sono i personaggi da quello che fanno o dicono.

Il Capitano Bellodi è rappresentato come un uomo serio ed elegante, giovane con i capelli biondi ben tagliati. Molto alto, ha una voce calma ma si mangia le "S".

Viene rappresentato come un personaggio intelligente, sensibile, buon osservatore, buono, astuto e ambizioso.

Il suo ideale è quello di annientare la mafia e combattere contro le ingiustizie. Purtroppo è un compito duro che non riesce a svolgere. La sua famiglia è originaria di Parma e lui è il capitano dei carabinieri.

IL GIORNO DELLA CIVETTA: IL PODCAST

Ascolta la nostra audiolezione di pochi minuti su Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia:

Ascolta su Spreaker.