Il conte di Montecristo

Di Redazione Studenti.

Riassunto de Il conte di Montecristo di Alexandre Dumas. La storia di un’ingiustizia subita da un marinaio che viene riscattata da una estrema vendetta

IL CONTE DI MONTECRISTO

Il conte di Montecristo
Il conte di Montecristo — Fonte: getty-images

Il Conte di Montecristo è, insieme ai Tre moschettieri, il romanzo più celebre dello scrittore Alexandre Dumas. La storia è ambientata nel periodo compreso tra il 1815 e il 1838 in Italia e in Francia: ossia dalla fine dell’impero di Napoleone I al regno di Luigi Filippo di Francia.

IL CONTE DI MONTECRISTO: RIASSUNTO

Edmond Dantès è un marinaio di una nave mercantile, la Pharaon, che alla morte del capitano Leclèrc durante il viaggio ne prende il comando. Il capitano Leclèrc gli aveva consegnato una lettera bonapartista che avrebbe dovuto recapitare a Parigi.

Nel 1815 il giovane marinaio sbarca a Marsiglia e può finalmente riabbracciare il suo vecchio padre e rivedere la sua fidanzata Mercédès. La coppia decide di sposarsi e il giorno dopo, durante il banchetto, Edmond viene arrestato con l’accusa di bonapartismo. Ad incastrare il povero marinaio è il contabile di Bordo Dangrars, invidioso della sua nomina di capitano, con l’aiuto di uno spasimante di Mercédès, Fernand, e di un vicino di casa Caderousse.

Edmond viene interrogato dal procuratore Gérard de Villefort, al quale consegna la lettera ricevuta da Leclèrc. Il procuratore scopre il coinvolgimento di suo padre, quindi distrugge la lettera e imprigiona il marinaio nel Castello d’If.

Durante la prigionia Edmond conosce l’abate e scienziato Faria. Faria è un uomo vecchio e malato di epilessia, e diventa amico, maestro e confidente di Edmond. Faria è anche un grande letterato e con lui Edmond si istruisce e impara le lingue. Un giorno gli racconta di un fantastico tesoro sepolto nell’isola di Montecristo e poco prima di morire gli lascia in eredità la mappa del tesoro. Alla morte di Faria, il marinaio si sostituisce al cadavere dell’abate e riesce ad evadere dopo quattordici anni di prigionia. Il cadavere viene gettato in mare durante una tempesta ma Edmond viene salvato da contrabbandieri italiani diretti proprio sull’isola di Montecristo. Edmond seguendo le indicazioni di Faria riesce a trovare il tesoro; diventato ricco, si finge il Conte di Montecristo e torna a Marsiglia.

Edmond in abiti da abate, sotto mentite spoglie, si reca da Caderousse, oste all’albergo Ponte di Gard, al quale si fa raccontare del complotto contro di lui, della morte di suo padre e del destino di Mercédès: la sua amata Mercédès si è sposata con il cugino Fernand e suo padre è morto di stenti mentre lo aspettava.

Il conte di Montecristo è ora pronto per la sua vendetta. Il conte si avvicina alla famiglia di Mercédès e Fernand salvando il loro figlio Alberto a Roma; a Parigi salva Morrel dalla bancarotta, Caderousse, diventato un criminale, viene ucciso dal suo complice; Fernand viene processato per tradimento durante gli anni di servizio in Grecia, abbandonato da sua moglie e da suo figlio, si suicida; una serie di omicidi avvenuti all’interno della famiglia di Villefort conducono Gérard alla pazzia e si scopre anche un figlio illegittimo dell’ex procuratore; il conte di Montecristo manda in fallimento e fa rapire dai banditi Danglars, al quale poi concede il perdono.

Alla fine del romanzo Edmond lascia Mercédès e la casa di suo padre a Marsiglia. A Maximilien Morrel lascia tutti i suoi averi in Francia che si sposa con Valentine, l’unica sopravvissuta della famiglia Villefort. Edmond decide di costruirsi una nuova vita accanto a Haydee.

    Domande & Risposte
  • Quanti capitoli ha Il conte di Montecristo?

    117.

  • Dove è ambientato Il conte di Montecristo?

    E’ ambientato nel periodo compreso tra il 1815 e il 1838 in Italia e in Francia.

  • Come finisce la storia del Conte di Montecristo?

    Edmond dopo aver terminato la sua vendetta per l’ingiustizia subita decide di cominciare una nuova vita accanto a Haydee.