I temi delle tracce per la prima prova dell'esame di maturità 2019

Di Redazione Studenti.

Maturità 2019

20 giugno: segui live gli aggiornamenti della seconda prova

I temi delle tracce di questa maturità 2019 erano sicuramente una delle caratteristiche più attese della prima prova di esame di stato, considerate soprattutto sia le novità per le tipologie che per il numero di autori proposti agli studenti (nel 2019 Ungaretti e Sciascia). Ma quali sono quindi i temi principali alle prese con i quali si sono trovati i maturandi per questo tema d'italiano? Andiamoli a vedere e commentare insieme.

Ungaretti e i risvegli

L'autore principale proposto dalla commissione della maturità 2019 è stato Giuseppe Ungaretti: una tripletta per lui, quella degli ultimi anni, di certo uno degli autori più presenti (e forse più apprezzati) dagli studenti alle prese con l'esame. Il tema della poesia proposta, Risvegli, è il male nel mondo e l'esistenza di Dio, ma anche il senso nell'uomo nella sua storia e nel mondo, nella sua prontezza di sé. Un tema, quello dell'importanza del presente e del passato, che ritroveremo anche nelle altre tipologie proposte.

La mafia

La mafia ritorna in ben due delle tracce proposte per la maturità 2019: la prima è quella su Dalla Chiesa, eroe e martire della lotta alla mafia, ucciso da Cosa Nostra per via della sua battaglia. Un tema, quello proposto, relativo al coraggio e alla schiena dritta contro un mostro così grande e pericoloso, che può sicuramente anche convergere su una considerazione più ampia sul concetto di Stato relativamente alla società civile e all'esempio eroico di un uomo per risvegliare nei suoi concittadini la cultura della giustizia. La cultura della giustizia è anche uno dei temi proposti per l'analisi del testo di Sciascia, che della lotta alla mafia ha fatto il cuore della produzione letteraria.

Lo sport, il passato e il futuro

Ma a cavallo fra passato e futuro ci sono anche le altre proposte per i temi argomentativi della prima prova di italiano: se Bartali diventa il protagonista per riflessioni sull'eroismo dello sportivo a cavallo fra agonismo e realtà storica, con Montanari lo studente è portato a riflettere sull'importanza fondamentale del passato nel processo di creazione della democrazia del futuro. E' l'uomo il filo conduttore delle tracce di questa maturità, che saranno svolte nelle consuete quattro/sei ore dagli studenti classe 2000.