I principali poeti ermetici

Di Redazione Studenti.

Ermetismo: i cinque grandi poeti ermetici della letteratura italiana. Ecco quali sono riassunti brevemente

Introduzione

I poeti ermetici
I poeti ermetici — Fonte: ansa

L'Ermetismo si intende più che una vera e propria corrente filosofica o culturale una sensazione, un atteggiamento e un tipo di stile poetico e autoriale assunto da alcuni poeti e scrittori nel corso del Novecento.

Con il termine Ermetismo si intende una forma di poesia, nata e sviluppatasi in contrapposizione con il periodo fascista, chiusa (ermetico vuol dire chiuso, sigillato) e concentrata sull'esperienza interiore, ma allo stesso tempo anche sulla promozione della poesia "pura", senza secondi fini necessariamente educativi.

Questo movimento è nato e si è sviluppato in Italia, di conseguenza i principali poeti ermetici sono Italiani, anche se non mancano alcuni notevoli esponenti stranieri.

Eugenio Montale

Eugenio Montale, premio Nobel per la Letteratura nel 1975, nacque a Genova nel 1896 e morì a Milano nel 1981. Poeta, giornalista e scrittore fra i più simbolici nella storia della letteratura italiana e mondiale, la sua opera più conosciuta è Ossi di seppia, pubblicata nel 1925.

Salvatore Quasimodo

Salvatore Quasimodo nacque a Modica, in provincia di Ragusa (Sicilia), nel 1901 e morì a Napoli nel 1968. Fu un poeta e scrittore, ma anche un traduttore di grandi classici greci e di opere di William Shakespeare e Molière.

Quasimodo vinse il premio Nobel per la Letteratura nel 1959. È considerato uno degli esponenti di maggior rilievo dell'Ermetismo.

Mario Luzi

Mario Luzi nacque a Castello di Firenze nel 1914 e morì a Firenze nel 2005, è stato uno dei principali esponenti dell'Ermetismo Italiano.

Luzi si formò in Toscana e si laureò in Letteratura francese con una tesi su François Mauriac. Tra le sue opere più famose troviamo Avvento Notturno, pubblicata nel 1940 a Firenze.

Giuseppe Ungaretti

Giuseppe Ungaretti nacque ad Alessandria d'Egitto nel 1888 e morì a Milano nel 1970, si formò prima ad Alessandria e poi a Parigi.

Ungaretti visse in prima persona entrambe le guerre mondiali e questo influenzò non poco il suo stile e le sue opere, come ad esempio Allegria di Naufragi, stampata a Udine nel 1916.

Vasco Pratolini

Vasco Pratolini nacque a Firenze nel 1913 e morì a Roma nel 1991. È stato uno dei più importanti scrittori italiani del Novecento.

Il Quartiere è il suo romanzo (detto di tipo corale) più famoso e pubblicato nel 1944, racconta le vicissitudini amorose e il passaggio dalla fase adolescenziale a quella più adulta di un gruppo di ragazzi nel quartiere di Santa Croce a Firenze.

Approfondimenti sull'Ermetismo

Ascolta il podcast sulla poesia del Novecento

Ascolta su Spreaker.