I più grandi imperatori della storia

Di Redazione Studenti.

Gli imperatori della storia: in questa guida vi illustriamo, in ordine cronologico, i sette più importanti. Ecco chi sono e cosa hanno fatto

Introduzione

I più grandi imperatori della storia
I più grandi imperatori della storia — Fonte: getty-images

Fin dalle epoche più remote l'uomo è sempre stato spinto da un irrefrenabile istinto di conquista, di espansione e di esplorazione.

Solo alcuni grandi sovrani e condottieri riuscirono a distinguersi per la grandezza delle loro gesta e a far emergere il loro nome dal flusso inarrestabile della storia.

Quando le imprese di questi uomini portavano alla conquista di territori e popolazioni, o alla formazione di nuovi vasti stati venivano chiamati imperatori (dal latino imperator, cioè colui che detiene il potere militare).

Serse I di Persia

Figlio di Dario I, nato nel 519 a. C. e morto nel 465 a. C. , Serse riprese la campagna contro i greci per vendicare la sconfitta subita dal padre nella battaglia di Maratona.

Secondo Erodoto l'esercito dell'imperatore persiano contava più di 2 milioni di soldati divisi tra unità di terra e di mare.

Memorabile è anche l'estremo tentativo di difesa perpetuato da Leonida, re degli spartani, che assieme a 300 valorosi guerrieri riuscì a mantenere il controllo dello stretto delle Termopili per tre giorni contro l'intero l'esercito terrestre di Serse.

Nonostante alcune vittorie, la campagna di conquista della Grecia si rivelò un insuccesso.

Alessandro Magno

Nato nel 356 a. C. e morto nel 323 a. C. Alessandro Magno conquistò l'intero l'impero persiano, e buona parte dell'Asia minore fino all'India settentrionale.

Ebbe come precettore persino il filosofo greco Aristotele, fondò la città di Alessandria d'Egitto, conquistò Babilonia e domò il temibile cavallo Bucefalo che era spaventato dalla propria ombra.

Morì poco più che trentenne a causa di una strana febbre, che portò a supporre che in realtà fosse stato avvelenato.

Ottaviano Augusto

Ottaviano Augusto (63 a. C. - 14 d. C.

) fu il primo imperatore romano, nonché fondatore dell'Impero Romano.

Assunse il potere quando alla lettura del testamento di Cesare si scoprì che questo suo figlio adottivo era stato nominato suo erede principale.

Pose fine al periodo repubblicano e diede vita al principato. Dopo aver concentrato su di sé tutto il potere portò Roma ad un'epoca d'oro, di pace e prosperità.

Fu un grande stratega e statista, e a tutta la sua dinastia venne riconosciuto il nome di Augustus, cioè venerabile e maestoso.

Attila

Nato nel 406 e morto nel 453, Attila fu il più grande, nonché ultimo, sovrano degli Unni. Grazie alle sue continue razzie e invasioni nei confronti delle provincie orientali dell'Impero Romano, Attila acquistò l'epiteto di "Flagello di Dio".

Erano gli anni delle invasioni barbariche, periodo in cui l'impero si trovava in dissesto a si avvicinava alla sua fine, ed Attila per non perdere l'occasione decise anche di invadere l'Italia. Tuttavia, giunto alle porte di Roma, venne fermato da Papa Leone I che dopo aver dialogato con lui lo convinse a tornare indietro.

Carlo Magno

Carlo Magno (742 - 814) fu il primo imperatore del Sacro Romano Impero, e partecipò a 53 campagne militari (la maggior parte delle quali guidate da Carlo stesso) contro i Longobardi, i Sassari, Avari e Saraceni.

Fu un grande condottiero e un ottimo stratega, che seppe giocare le proprie carte fino ad essere incoronato imperatore di un nuovo impero. Con Carlo Magno nacque anche la celebre dinastia carolingia.

Gengis Khan

Gengis Khan (1162-1127). Temujin (il vero nome di Gengis Khan) fu un condottiero e sovrano mongolo che dopo aver riunificato le tribù mongole, le quali gli attribuirono il titolo di "Gengis Khan" (cioè di sovrano universale) portò il suo esercito alla conquista di Cina, Russia, Persia, Asia Centrale e Medio Oriente.

Anche se solo per pochi anni egli diede origine al più grande impero terrestre nella storia della umanità.

Napoleone Bonaparte

Napoleone (1769-1821) è stato probabilmente l'ultimo grande stratega militare e politco ad avvalersi del titolo di imperatore. Nel mondo occidentale l'importanza attribuita alla sua figura è equiparabile soltanto a quella di Giulio Cesare, che sebbene non si sia mai avvalso del titolo di imperatore fu dittatore per 5 anni.

Napoleone partecipò a oltre 20 campagne militari tra Europa, Egitto e Russia, ed è considerato uno dei più grandi stratega mai vissuti.

Divenne Imperatore di Francia, e Re d'Italia. Durante questa prima occasione fu Napoleone stesso a porsi la corona sul capo dimostrando così di non essere inferiore a nessuno.

Ascolta il podcast su Alessandro Magno

Ascolta su Spreaker.