Hard e soft skill: cosa sono | Video

Hard e soft skill: cosa sono e come riconoscerle? Scoprilo nel video del coach del lavoro e della carriera Massimo Perciavalle

Hard e soft skill: cosa sono | Video
getty-images

Hard e soft skill

Nel panorama lavorativo contemporaneo, l'importanza di bilanciare hard e soft skill non può essere sottovalutata. Le hard skills, competenze tecniche e specifiche acquisite attraverso formazione e esperienza, sono spesso considerate i pilastri della professionalità e dell'idoneità per un dato ruolo. Parallelamente, le soft skills, che comprendono tratti interpersonali, comunicazione e intelligenza emotiva, emergono con prepotenza come il collante che permette ai professionisti di navigare con successo l'ambiente lavorativo dinamico e collaborativo di oggi. Questa sinergia tra competenze tecniche e qualità personali non solo potenzia l'efficienza individuale, ma arricchisce anche l'intero ecosistema lavorativo, promuovendo innovazione, crescita e soddisfazione a tutti i livelli.

Hard e soft skill: le differenze

Le hard skills sono abilità tecniche che si applicano a mansioni e compiti specifici. Rappresentano le tue capacità nel fare compiti e attività specifiche e le conoscenze tecniche specifiche per svolgere un determinato lavoro. Le hard skills si acquisiscono attraverso una formazione mirata o la pratica sul posto di lavoro e consentono a un individuo di svolgere in modo efficiente gli specifici compiti richiesti dal proprio ruolo.

Le soft skill sono più profonde perché riguardano te stesso e quindi possono essere migliorate solo con la giusta volontà e attenzione da parte tua. Un focus specifico che puoi dedicare è l'osservazione dei tuoi comportamenti sul posto di lavoro. Ad esempio quando sei in relazione o comunicazione con colleghi o clienti.

Guarda il video

Guarda il video del coach del lavoro e della carriera Massimo Perciavalle:

Un consiglio in più