Come funzionerà il green pass e per cosa sarà obbligatorio

Di Maria Carola Pisano.

Green Pass obbligatorio: come funziona e quando serve. Le novità dal nuovo decreto in vigore dal 26 luglio

GREEN PASS OBBLIGATORIO

Green Pass obbligatorio: come funzionerà
Green Pass obbligatorio: come funzionerà — Fonte: getty-images

A partire dal 26 luglio cambierà tutto e il green pass diventerà obbligatorio per eventi e situazioni a rischio assembramento. Cambieranno anche le soglie per il cambio di colore delle regioni e si pensa a estendere lo stato di emergenza fino al 31 dicembre. 

NUOVO DECRETO

Considerando che i contagi sono risaliti e continueranno a farlo a causa della variante Delta, il Governo corre ai ripari per scongiurare una nuova chiusura e il conseguente blocco della ripresa. Per farlo ricorrerà al green pass obbligatorio. Se ne discuterà il 22 luglio ma alcune misure sembrano ormai certe. 

GREEN PASS: LE NOVITÀ

La prima novità riguarda la concessione del green pass: non sarà dopo la prima dose, ma solo dopo la seconda. Il green pass servirà per eventi ad alto rischio di assembramento - come spettacoli, matrimoni o grandi eventi sportivi - ma anche per i viaggi, gli aerei, le navi e i trani a lunga percorrenza. Si pensa all'utilizzo della certificazione anche per piscine, palestre, spettacoli, a teatro e al cinema. 

Dovranno essere riviste anche i parametri che stabiliscono i colori delle zone. Stando ai dati attuali, infatti, alcune regioni potrebbero entrare automaticamente in zona gialla per l'incidenza dei contagi sul numero di abitanti. Ma si pensa di rivedere i parametri che dovranno tenere conto non tanto dell'incidenza sul numero dei casi per abitanti, quanto quello delle ospedalizzazioni

STATO DI EMERGENZA

Lo stato di emergenza che dura fino al 31 luglio e che si era ipotizzato di prorogare altri tre mesi, verrà probabilmente esteso fino al 31 dicembre. 

VACCINI OBBLIGATORI A SCUOLA

Non si discuterà invece di rendere obbligatori i vaccini per il personale scolastico, la discussione è rimandata alla prossima settimana. La strada più percorribile sarebbe quella di far fare le lezioni in presenza - e solo nel caso in cui ci fossero focolai - a chi è provvisto di green pass. Il decreto, che entrerà in vigore dal 26 luglio, verrà discusso il 21 e il 22. 

Cosa succederà a settembre per la scuola? Ecco le ultime notizie sul ritorno in classe: