Differenza tra assegnato e prenotato: come funziona la graduatoria

Di Redazione Studenti.

Test Medicina e Veterinaria: cosa cambia tra assegnati e prenotati? Quali sono le scadenze per immatricolarsi?

GRADUATORIA TEST INGRESSO: DIFFERENZA TRA ASSEGNATO E PRENOTATO

Graduatoria test ingresso: differenza tra assegnato e prenotato
Graduatoria test ingresso: differenza tra assegnato e prenotato — Fonte: getty-images

Qual è il tuo stato nella graduatoria nazionale dei test d'ingresso? Che tu abbia affrontato il test di Medicina o di Veterinaria  poco importa: dopo aver letto i risultati della prova devi misurarti con la graduatoria unica nazionale che risponde sempre alle stesse regole, a prescindere dal corso di laurea a cui desideri iscriverti. Per evitare spiacevoli inconvenienti (dopo aver superato lo sbarramento del numero chiuso sarebbe davvero il colmo perdersi nella complicatissima burocrazia del mondo universitario!) è quindi molto importante conoscere alla perfezione il significato dei due status che puoi leggere accanto al tuo nome: “assegnato” e “prenotato”.

COSA FARE SE RISULTI ASSEGNATO

Se sei risultato assegnato allora complimenti: sei riuscito ad entrare nella facoltà da te indicata come prima scelta! Festeggia pure e datti (giustamente!) alla pazza gioia, ma ricordati che hai solo quattro giorni lavorativi (incluso il giorno dela pubblicazione della graduatoria ed esclusi i festivi e il sabato) di tempo per svolgere presso il tuo ateneo tutte le procedure relative all’immatricolazione. Trascorso questo tempo perderai definitivamente il tuo posto in graduatoria.

COSA FARE SE RISULTI PRENOTATO

Se, invece, risulti prenotato, significa che hai un posto assicurato in uno degli atenei che hai indicato all’interno delle scelte successive alla prima (ovviamente ti verrà anche detto quale, stai tranquillo!). In questo caso puoi scegliere se immatricolarti subito presso la Facoltà a cui sei stato assegnato (perdendo ogni altro diritto sulla graduatoria), oppure se aspettare qualche giorno nella speranza che eventuali rinunce diano luogo a scorrimenti tali da farti avere un posto nell’università indicata come prima scelta o, comunque, in un ateneo migliore. Devi però tenere a mente che avrai a disposizione un termine massimo di quattro giorni per immatricolarti, incluso il giorno dello scorrimento della graduatoria ed esclusi il sabato ed i festivi, trascorsi i quali le immatricolazioni verranno bloccate e ci sarà un nuovo scorrimento. Infine ricordati che se decidi di non immatricolarti devi comunque manifestare la conferma di interesse all'immatricolazione sull'area riservata di Universitaly entro 5 giorni dalla pubblicazione della graduatoria. Se dimenticherai quest'ultimo passaggio perderai il tuo posto definitivamente.

CANDIDATI IN ATTESA E FINE POSTI

Se invece risulti semplicemente in attesa o fine posti significa che hai raggiunto o superato il punteggio minimo previsto per entrare ma al momento non rientri in alcuna graduatoria. In questo caso non perderti d'animo e ricorda che il Miur ha stabilito che: “Entro le ore 12 del quinto giorno successivo a ciascuno scorrimento, esclusi sabati e festivi, tutti i candidati, fatta eccezione per gli immatricolati e i rinunciatari, devono manifestare la conferma di interesse all’immatricolazione nell’area riservata del sito Universitaly”.

GLI SCORRIMENTI

Attenzione, quindi, agli scorrimenti che il CINECA per conto del MI pubblica ogni settimana nell'area riservata su Universitaly. Per avere sempre la situazione sotto controllo ti consigliamo di controllare settimanalmente il sito e conferma, di volta in volta, l'interesse.