Test medicina 2018: quali candidati hanno la precedenza

Di Maria Carola Pisano.

Quali studenti hanno la prioprità in caso di punteggio pare al test medicina 2018? Alcuni chiarimenti sulla graduatoria

GRADUATORIA TEST MEDICINA 2018

Test medicina 2018: cosa succede in caso di parità
Test medicina 2018: cosa succede in caso di parità — Fonte: istock

Per avere la certezza di aver superato il test medicina 2018 le aspiranti matricole devono aspettare il 3 ottobre, quando il Miur pubblicherà la graduatoria nazionale nominativa. Solo gli studenti che ricordano il codice etichetta hanno scoperto in anticpo il loro punteggio ma, per averne conferma, ci sarà comunque da aspettare l'uscita della graduatoria. Già dalla graduatoria anonima è chiaro che sono tantissimi i candidati ad aver effettuato lo stesso punteggio: in caso di parità, chi ha la precedenza?

Come segnalato nel bando Miur del test medicina 2018, in caso di pari punteggio ha la precedenza il candidato che soddisfa i seguenti requisiti:

  • Prevale la soluzione rispettivamente dei quesiti di ragionamento logico, cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica;
  • in caso di ulteriore parità prevale il candidato più giovane.

Argomenti della prova ed età sono quindi requisiti che assicurano la precedenza ai candidati che hanno il vostro stesso punteggio e sono stabiliti dal bando Miur.

PUNTEGGIO TEST MEDICINA 2018

Cosa sapere sul test dopo l'uscita dei punteggi:

Il piano B per chi pensa a un'alternativa: