Gli egizi: riassunto

Di Redazione Studenti.

Gli egizi: riassunto dallo sviluppo della civiltà egizia sulla valle del Nilo al loro declino. Periodizzazione della storia egizia

GLI EGIZI: RIASSUNTO

Gli egizi: riassunto
Gli egizi: riassunto — Fonte: getty-images

Gli antichi egizi sono una delle più antiche civiltà che si svilupparono lungo le rive del fiume Nilo, nell’attuale Egitto. Secondo la descrizione di Erodoto, l’Egitto fu un dono del Nilo, perché questo fiume fu di grande aiuto; infatti nei mesi compresi tra giugno e settembre l’acqua di questo fiume usciva dal suo letto e irrigava tutti i campi, ma bastava una sola piena per causare una carestia.

Gli egizi coltivavano lino, orzo e grano, ma la loro alimentazione era basata su pane e birra (acqua di pane d’orzo semicotto con l’aggiunta dei datteri); si coltivavano anche alberi da frutto, ortaggi e legumi. Un’altra caratteristica dell’Egitto è il papiro, cioè una pianta robusta attraverso il quale si ricavavano piccole calzature, imbarcazioni e dalla corteccia fogli per scrivere. Il limo era un fertilizzante naturale, ricavato dal Nilo, ma quando iniziò a scarseggiare i contadini iniziarono a utilizzare fertilizzanti chimici. Sulla valle del Nilo nacquero i primi centri urbani.

PERIODIZZAZIONE DELLA STORIA EGIZIA

La storia egizia fu molto lunga, infatti durò tre millenni.

  • Periodo predinastico: il periodo di formazione degli egizi. Inizialmente la civiltà era divisa in tanti Stati. Una serie di guerre portarono alla formazione di due Stati: a nord il Basso Egitto e a sud Alto Egitto, che saranno poi uniti dal primo faraone Menes.
  • Antico regno: il periodo di splendore della civiltà egizia. Si conquistano nuovi territori come la Libia, la Nubia e la Siria. Inoltre ci sono nuovi commerci con il Medio Oriente.
  • Primo periodo predinastico: alla fine dell’antico regno c’è una crisi politica sociale caratterizzata dalla corruzione nel potere centrale. In questo periodo inoltre, alcune città approfitteranno per diventare indipendenti.
  • Medio regno: il periodo nel quale ci sono molti commerci. Si conquista la Nubia.
  • Secondo periodo intermedio: una popolazione asiatica, gli Hyksos, conquistano la zona del Delta. In questo periodo l’Egitto è diviso in tre parti: hyksos a nord, faraone al centro e nubiani a sud.
  • Nuovo regno: Thotmosi I e i suoi successori decidono di rafforzare i confini e di espandersi. Egli conquista la Somalia. Il figlio, Thotmosi II, muore e lascia il figlio ancora piccolo e immaturo per il trono, quindi sale al trono la moglie che fa costruire monumenti e commercia, ma appena Thotosi III si rende conto della situazione, manda via la madre e fa distruggere tutto. Con Thotosi III abbiamo il periodo di massima estensione. Nello stesso periodo c’è la riforma religiosa di Amenofi IV che, per ridurre il potere religioso, trasformò la religione politeista in monoteista con il re sole, ma alla morte di questo faraone, il figlio Tutankhamon la eliminò. Inoltre, in questo periodo ci fu anche la guerra contro gli Hittiti, che gli egizi con Ramsess II persero.
  • Periodo di decadenza: da questo periodo in poi gli egizi saranno più volte conquistati, prima dal popolo del mare, poi da Alessandro Magno e infine dai romani.