Giorno della memoria: potrebbe verificarsi un nuovo Olocausto?

Di Veronica Adriani.

Lo abbiamo chiesto ai lettori e agli studenti. E la risposta, a pochi giorni dal Giorno della memoria, non è delle più rasserenanti

GIORNO DELLA MEMORIA 2019

Giorno della memoria: c'è il rischio di un nuovo Olocausto?
Giorno della memoria: c'è il rischio di un nuovo Olocausto? — Fonte: istock

Ogni anno intorno al 27 gennaio si riapre il ricordo della Shoah. Gli orrori dell'Olocausto, mai dimenticati, tornano a galla soprattutto in concomitanza con il Giorno della memoria, la giornata dedicata, per convenzione, al ricordo delle vittime degli stermini nazisti del '900.

E mentre in questi giorni tutta Italia si sta mobilitando per organizzare eventi, circa 100 studenti, accompagnati da docenti e sopravvissuti alla Shoah, sono partiti anche quest'anno per il tradizionale viaggio della memoria nei luoghi del ricordo.

GIORNATA DELLA MEMORIA 2019

ma cosa pensano gli studenti di questa giornata? Cosa ne sanno e cosa temono? Glielo abbiamo chiesto, partendo da una semplice domanda: Secondo te potrebbe verificarsi un nuovo Olocausto?

In meno di due giorni le risposte arrivate complessivamente sono state più di 1650. Si trattava di scegliere fra tre opzioni:

  • Non lo so ma non mi sento di escluderlo
  • Sì potrebbe verificarsi nuovamente
  • No, viviamo in una società che ci tutela da questo tipo di eventualità

GIORNO DELLA MEMORIA 27 GENNAIO 1945

Le risposte, come detto, non sono tardate ad arrivare:

  • Il 49% dei partecipanti al sondaggio non se la sente di escludere la possibilità di un nuovo Olocausto;
  • Il 23% crede che potrebbe verificarsi nuovamente;
  • Solo il 28% crede che la società attuale ci tuteli dal verificarsi di episodi come quelli relativi alla Shoah.

E sul gruppo Facebook Maturità 2019 uno studente spiega la sua scelta: "Non lo so ma non mi sento di escluderlo è stata la mia risposta. Il motivo è perché secondo me si potrebbe creare una nuova forma di Olocausto, non troppo diversa da quella del secolo scorso. E se succederà, ci sarà in caso di una nuova guerra tra più fazioni".

Il dato ha ancora più valore se si mette a confronto con le parole degli studenti toscani in visita al campo di Birkenau in questi giorni, come riportato dalla Nazione: "Per tutti questi anni abbiamo studiato la Shoah e le atrocità che hanno colpito gli ebrei, però non avevamo capito davvero cosa volesse dire il campo di concentramento finchè non l'abbiamo visto" racconta una studentessa.

SHOAH: SIGNIFICATO E STORIA

Se non hai ben chiaro il contesto storico che ha prodotto la Shoah, puoi usare queste risorse per approfondire, anche in vista del Giorno della memoria 2019: