Giorno della memoria 2021: i documentari di Raicultura per capire l'Olocausto

Di Veronica Adriani.

Per il Giorno della memoria 2021 Raicultura ha messo a disposizione un gran numero di documentari dedicati alla Shoah. Ecco quali sono e dove vederli

GIORNO DELLA MEMORIA 2021

Il giorno della memoria 2021 sarà il 27 gennaio
Il giorno della memoria 2021 sarà il 27 gennaio — Fonte: getty-images

Il prossimo 27 gennaio sarà il Giornata della memoria 2021, una tappa fondamentale per il ricordo delle vittime dell'Olocausto.

Con la pandemia in corso e la divisione dell'Italia in regioni di diverso colore, sarà probabilmente più complesso del solito organizzare degli eventi in presenza. Ecco perché vogliamo suggerirti alcuni documentari che puoi recuperare direttamente da casa sul sito di Raicultura, che ha dedicato a questa giornata una sezione apposita ricca di video e testimonianze.

Guarda anche gli eventi online organizzati dalle varie città italiane.

Ascolta su Spreaker.

GIORNATA DELLA MEMORIA 2021

Tra i documentari che puoi recuperare sul sito di Raicultura ce ne sono alcuni sui seguenti argomenti:

  • Le leggi razziali in Italia
    Cosa sono le leggi razziali fasciste del '38
  • Testimonianze di deportati italiani sulla Shoah
    L'Olocausto degli ebrei d'Italia
  • La risiera di San Sabba
    Uno dei più famosi campi di concentramento in Italia
  • Auschwitz e i bambini
    La vita dei bambini nel campo di concentramento di Auschwitz
  • Piero Terracina: la testimonianza
    La testimonianza di uno degli ultimi sopravvissuti all'Olocausto, recentemente scomparso
  • Primo Levi
    L'autore di Se questo è un uomo, uno dei più famosi documenti sulla vita nel lager
  • Il diario di Anna Frank
    Le memorie scritte da una ragazza ebrea tedesca durante il periodo dell'Olocausto
  • Hitler e il Mein Kampf
    Il libro in cui Hitler teorizza lo sterminio degli ebrei
  • La zona grigia: i collaborazionisti nel lager
    Primo Levi definiva "zona grigia" quella parte di prigionieri collaborazionisti che faceva sì che il meccanismo del lager funzionasse, senza ribellarsi