Cyberbullismo: una riflessione in occasione della giornata sui diritti dei ragazzi

Di Maria Carola Pisano.

Il 20 novembre è la giornata dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza: una giornata per riflettere sui rischi di bullismo e cyberbullismo

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI DIRITTI DELL'INFANZIA E DELL'ADOLESCENZA

Si celebra il 20 novembre l'anniversario della Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, un importante momento che pone l'attenzione sui pericoli a cui sono esposti bambini e ragazzi, tra questi anche bullismo e cyberbullismo. La Convenzione ha lo scopo di tutelare i diritti dei più indifesi, i minori che possono subire violenze, essere discriminati ed emarginati, spesso anche dai loro stessi coetanei. Ecco perché è importante ancora parlare di bullismo e cyberbullismo e soprattutto farlo in occasione della giornata sui diritti del fanciullo.

Fonte: istock

Lo scopo della Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza è di tutelare i più indifesi, a cui devono essere garantiti i diritti e le migliori condizioni di vita. Spesso, però, i pericoli si nascondo proprio quei luoghi che si ritengono più sicuri, come ad esempio la scuola, terreno fertile per gli episodi di bullismo. Ma il bullismo oggi non si limita all'ambiente scolastico si insinua completamente nella quotidianità dei ragazzi perché arriva proprio dalla rete e prende il nome di cyberbullismo, ovvero bullismo elettronico.

 

CYBERBULLISMO RIFLESSIONI

Bambini, ragazzi giovani e meno giovani rischiano di subire ogni giorno tutte le declinazioni del cyberbullismo: dal flaming, ovvero quando si è vittime di messaggi violenti e volgari all'interno di un forum o tra i commenti dei social network; possono essere oggetto di diversi messaggi di insulto, inganno, esclusione o diventare persino vittime di persecuzione. Uno dei motivi alla base dei pericoli della rete è sicuramente l'anonimato: i bulli, coperti da un'altra identità o appunto dall'anonimato, ritengono di potersi spingere sempre oltre i limiti. In occasione della Giornata Internazionale dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, può essere utile riflettere sul fenomeno del cyberbullismo e del bullismo, domandandoci quali sono le strategie da mettere in atto affinché tutti i ragazzi, più o meno piccoli, possano riconoscere i pericoli della rete e combatterli. Approfondisci il tema in vista dell'importante anniversario con le nostre risorse: