Il gioco del calcio: riassunto. Le regole, come si gioca

Di Redazione Studenti.

Il calcio: riassunto delle regole e come si gioca. La storia del calcio e le principali competizioni internazionali di questa disciplina

IL CALCIO

Come si gioca a calcio: le regole
Come si gioca a calcio: le regole — Fonte: getty-images

Il Calcio è uno sport a squadre che si pratica all'aperto, su un campo rettangolare. Le misure del campo vanno dai 100 ai 110 metri di lunghezza ai 64-75 metri di larghezza nelle gare internazionali. 

Le squadre sono due, composte da 11 giocatori ciascuna, di cui un giocatore è il portiere. Lo scopo è quello di far entrare la palla nella porta avversaria. Il pallone ha un diametro tra 68 e 71 cm e peso compreso tra 396 e 453 g.

A vincere è la squadra che realizza il maggior numero di reti nel tempo del gioco, di norma due tempi da 45 minuti più eventuale recupero.

Si fa goal quando il pallone supera la linea di fondo passando tra i pali e sotto la traversa della porta.

La palla si può giocare di piede o di testa. Vietato usare le mani, tranne che - naturalmente - nel caso del portiere, che può parare la palla con le manu all'interno della cosiddetta area di rigore.

Non può invece toccare il pallone con le mani dopo che questo gli è stato passato di piede da un giocatore della stessa squadra. Gli altri giocatori possono farlo, ma solamente per rimettere in gioco la palla uscita lateralmente dal campo.

CALCIO, REGOLE

L'arbitro, assistito da due guardalinee e dal cosiddetto "quarto uomo", è incaricato di far rispettare le regole in campo. In caso di impedimento, può essere sostituito dal quarto uomo, che allo scadere dei due tempi regolamentari segnala da bordo campo i minuti di recupero decisi dall'arbitro tramite un tabellone luminoso..

Le norme fondamentali del gioco del calcio si trovano nel Regolamento Ufficiale pubblicato dall'International Board. Le regole essenziali sono 17, ciascuna eventualmente integrata da disposizioni delle singole federazioni nazionali (in Italia la FIGC, fondata a Torino nel 1888 e trasferita a Roma nel 1929).

Negli ultimi anni ci sono state molte variazioni apportate al regolamento: fuori gioco, espulsioni, eliminazione dell'intenzionalità del fallo, aumento del numero dei giocatori in panchina, introduzione in alcuni tornei della regola del golden goal (in caso di parità dopo i tempi regolamentari vince chi segna per primo nei tempi supplementari), criterio di attribuire alla vittoria 3 punti invece di 2.

CALCIO, NOME

La denominazione inglese del calcio, football, è accettata e usata in tutto il mondo, tranne che negli USA, dove viene denominato soccer.

Il calcio si è sviluppato dal football giocato nei college inglesi nel secolo scorso. Dallo stesso gioco deriva anche il rugby. Il primo codice calcistico (le quattordici regole di Cambridge) risale al 1848; nel 1863, per unificare le regole del gioco, venne costituita, sempre in Inghilterra, la Football Association.

CALCIO, ASSOCIAZIONI E TORNEI

Organi internazionali del calcio:

  • Fédération Internationale de Football Association (FIFA), con sede a Zurigo, costituita nel 1904 a Parigi per sorvegliare e disciplinare la diffusione del calcio nel mondo
  • International Board, che dal 1886 è incaricato di far osservare il Regolamento Ufficiale ed è l'unico abilitato a modificarlo.

In tutti i Paesi si disputano campionati di calcio distinti per categoria. In Italia, oltre ai campionati nazionali A e B si svolge il torneo della Coppa d'Italia, al quale prendono parte le squadre delle massime divisioni.

Alle competizioni nazionali si affiancano quelle internazionali per squadre rappresentative nazionali (le più importanti sono il Campionato del mondo, istituito nel 1930, e il Campionato europeo per Nazioni.

A partire dagli anni Sessanta hanno assunto importanza le competizioni internazionali tra squadre di club:

  • La Coppa dei Campioni, riservata alle squadre vincitrici dei campionati nazionali, detta anche Champions League e che comprende (a partire dalla stagione 1999-2000) anche le seconde, le terze e le quarte squadre classificate nei campionati delle otto nazioni meglio piazzate nella graduatoria UEFA (la vincente della Champions League affronta la vincitrice della Coppa dell'America Latina per la disputa della Coppa Intercontinentale);
  • La Coppa UEFA, il cui numero di squadre partecipanti è aumentato dalla stagione 1999-2000 con l'iscrizione dei club vincitori delle coppe nazionali (la Coppa delle Coppe, riservata alle squadre vincitrici dei tornei nazionali di coppa, abolita nel 1999).