Fuori dal coro: a Milano il PCTO si fa con la cittadinanza attiva

Di Veronica Adriani.

Fuori dal coro porta in classe la consapevolezza sulle patologie di decadimento cognitivo. Un progetto nato sui banchi del Severi di Milano

PCTO

Fuori dal coro: progetto PCTO dell'istituto Severi di Milano
Fuori dal coro: progetto PCTO dell'istituto Severi di Milano — Fonte: ufficio-stampa

Fuori dal coro è un percorso di PCTO (ex alternanza scuola-lavoro) basato su cittadinanza attiva e awareness sulla malattia di Alzheimer e le patologie  di decadimento cognitivo. A promuoverlo è una onluso, la Walter Vinci Onlus, associazione nata nel 2008 a Milano, che si occupa di cultura, prevenzione e sostegno delle fragilità sociali, congenite e acquisite.

FUORI DAL CORO: COS'È

Fuori dal coro è un progetto davvero speciale, soprattutto perché intergenerazionale. I suoi obiettivi sono:

  • Aumentare le conoscenze relative alla malattia di Alzheimer e alle demenze 
  • Approfondire il tema della musicoterapia come intervento sulle patologie dementigene 
  • Riflettere sullo stigma della malattia di Alzheimer e le sue conseguenze sociali 
  • Elaborare criticamente a livello personale e di gruppo un discorso sulla malattia, l’invecchiamento, l’intergenerazionalità, la cittadinanza attiva e il volontariato 
  • Acquisire competenze tecniche di base in ambito digitale e audiovisivo 
  • Acquisire competenze tecniche di base per la stesura di una sceneggiatura 

Ma come funziona nel dettaglio il progetto?

Fuori dal coro ha coinvolto 25 ragazzi tra i 17 e i 19 anni, oltre a un gruppo di persone affette da Alzheimer: i coristi, appunto, che sono stati seguiti in un progetto di musicoterapia (il progetto SonoraMente di Walter Vinci Onlus) continuato durante la pandemia attraverso piattaforme online dedicate.

  • I partecipanti vengono divisi in gruppi di 3/5 elementi ciascuno. 
  • Il lavoro si svolge in tre modalità: plenaria, a gruppi e individualmente, attraverso una piattaforma di condivisione creata ad hoc per la tipologia di utenza. 
  • Il percorso alterna momenti di formazione tecnica e acquisizione degli elementi di base per poter realizzare i materiali  (piattaforma, app musicali, app video, app grafica, costruzione di una sceneggiatura e di storyboard), a incontri con i protagonisti del progetto SonoraMente (musicoterapeuti, progettisti del sociale, coordinatori di progetto), professionisti della comunicazione (grafici, videomaker, sceneggiatori, sound designer, social media manager), ed alcuni caregiver dei coristi. Tutti i partecipanti assistono alle prove del coro in diretta. 
  • Ai ragazzi viene chiesto di utilizzare materiali di archivio dell’associazione, materiali forniti di giorno in giorno e i contenuti degli incontri/interviste e di creare word cloud e padlet per tutti i loro brainstorming inerenti l’elaborazione della sceneggiatura finale dei video, di gruppo e individuale. 
  • Gli studenti sono costantemente accompagnati da tutor online per tutta la durata del progetto e hanno la possibilità di contattarli anche offline. Gli studenti sono accompagnati (a seconda del numero dei partecipanti) da un numero minimo di 4/6 tutor, un tutor di coordinamento e le figure professionali citate. 
  • A fine percorso gli studenti presenteranno elaborati audiovideo e grafiche relativi alla loro esperienza con l’associazione nel progetto del coro SonoraMente online, condivisi tramite sito web e canali social. 
  • Verrà infine realizzato un questionario di valutazione sul percorso, i cui risultati verranno condivisi con la scuola. 

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Approfondisci con i nostri materiali: