Banca: la funzione di prestazione di servizi

Di Redazione Studenti.

Lo studio della funzione di prestazione di servizi delle banche. Vantaggi diretti e indiretti e classificazione dei servizi bancari

LA FUNZIONE DI PRESTAZIONE DI SERVIZI

Funzione di prestazione di servizi
Funzione di prestazione di servizi — Fonte: getty-images

Una delle principali funzioni delle banche di oggi è quella della fornitura di servizi, che si associa alla tradizionale attività di intermediazione finanziaria assumendo importanza per gli istituti di credito.

Negli ultimi anni in particolare, abbiamo assistito a una crescita notevole dell'importanza dei servizi bancari, il che può essere spiegato con:

  • il ridimensionamento dei depositi bancari, ovvero quel fenomeno che è andato sotto il nome di disintermediazione creditizia, che ha costretto le banche a creare nuovi strumenti per attirare e fidelizzare la clientela;
  • l'innovazione finanziaria, con la comparsa di molte società che fornivano servizi di finanziamento alternativi a quelli offerti dalle banche, con la conseguenza che le banche si sono aggiornate ed hanno iniziato a fornire esse stesse quei servizi per non correre il rischio di perdere clienti;
  • l'aumento del livello tecnologico, che ha permesso di fornire alcuni servizi che prima parevano particolarmente complessi e onerosi in modo immediato, efficiente e meno oneroso per gli istituti di credito;
  • l'aumento delle esigenze della clientela, che ha iniziato a richiedere alle banche servizi sempre più sofisticati da associare al tradizionale conto corrente di corrispondenza;
  • l'entrata in vigore, particolarmente importante, del testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, che ha permesso alle banche di compiere una lunga lista di attività anche non strettamente collegate con l'intermediazione finanziaria.

FORNITURA DEI SERVIZI: VANTAGGI DIRETTI E INDIRETTI

La fornitura dei servizi è particolarmente importante per le banche perché permette loro di ottenere due tipi di vantaggi allo stesso tempo, cioè:

  • vantaggi diretti, collegati al fatto che i servizi offerti sono a titolo oneroso e quindi sono all'origine di entrate per la banca, il che contribuisce a migliorare sia la redditività dell'impresa che la situazione finanziaria;
  • vantaggi indiretti, consistenti nel miglioramento dell'immagine dell'impresa bancaria e nella fidelizzazione della clientela.

SERVIZI BANCARI: CLASSIFICAZIONE

Parlando di servizi bancari, una fondamentale distinzione che deve essere fatta è quella tra:

  • servizi complementari, detti anche tradizionali, che sono strettamente legati all'attività di intermediazione nel credito. Ne costituiscono alcuni esempi i bonifici, gli assegni, i bancomat, le carte di credito, le cassette di sicurezza e così via;
  • servizi collaterali, detti anche innovativi, ovvero i nuovi servizi che le banche hanno iniziato ad offrire solo di recente direttamente o attraverso società collegate. Ne costituiscono esempi significativi il leasing e il factoring.

Un altro tipo di classificazione importante che possiamo fare dei servizi bancari è quella che divide i servizi a seconda delle esigenze della clientela che essi tendono a soddisfare. Abbiamo così: