Prima prova 2018: le frasi più belle di Giuseppe Ungaretti

Di Maria Carola Pisano.

Giuseppe Ungaretti è tra i favoriti per l'analisi del testo della maturità 2018: ecco le sue frasi più belle per ripassarlo senza sforzo

PRIMA PROVA MATURITA' 2018

Giuseppe Ungaretti fra i possibili autori per la prima prova di maturità
Giuseppe Ungaretti fra i possibili autori per la prima prova di maturità — Fonte: ansa

Una delle tante domande che affollano la mente degli studenti della maturità 2018 è: "Chi uscirà in prima prova?". Noi abbiamo raccolto nei nostri anniversari le possibili tracce per l'esame di Stato che comincerà il 20 giugno con il primo scritto di italiano. Discorso a parte si può fare con i possibili autori dell'analisi del testo, la tipologia A della prima prova. Nella rosa del totoautore 2018, noi abbiamo messo anche Giuseppe Ungaretti perché quest'anno ricorrono i 130 anni dalla sua nascita, e al Miur potrebbe non essere sfuggito l'importante anniversario.

AUTORE ANALISI DEL TESTO 2018

In previsione della prima prova su Giuseppe Ungaretti possiamo conoscere meglio l'autore con le sue frasi e citazioni più belle. Partiamo, prima, da una breve biografia: Giuseppe Ungaretti nasce nel 1888 ad Alessandria d'Egitto da genitori lucchesi. Il padre, impegnato nella costruzione del canale di Suez morirà due anni più tardi. La passione di Ungaretti per la letteratura nasce tra i banchi di scuola. A 24 anni si trasferisce a Parigi, città in cui incontra diversi artisti. Nel 1915 si arruola per combattere nella Prima Guerra Mondiale e, durante l'esperienza al fronte, scrive le sue prime poesie che rappresentano chiaramente lo stile del precursore dell'Ermetismo.

POSSIBILI TRACCE ESAME DI STATO

Nel 1937, mentre ricopriva una la cattedra di Letteratura Italiana all'Università di San Paolo in Argentina, muore il fratello e, due anni più tardi, il figlio di nove anni, lutto che segna profondamento Giuseppe Ungaretti. I lutti e le altre esperienze che hanno segnato la sua vita confluiscono in un lavoro fondamentale del poeta, Il dolore, del 1947. Giuseppe Ungaretti ha dato vita, fino alla sua morte avvenuta nel 1970, ha un'ispirata produzione letteraria. Ripassiamo insieme l'autore con le sue frasi più belle per prepararci alla possibile analisi del testo in prima prova 2018 di una delle sue opere.

FRASI GIUSEPPE UNGARETTI

  • La parola è impotente, la parola non riuscirà mai a dare il segreto che è in noi, mai. Lo avvicina. (Da un'intervista del 1961)
  • Non sono il poeta dell'abbandono alle delizie del sentimento, sono uno abituato a lottare, e devo confessarlo – gli anni vi hanno portato qualche rimedio – sono un violento: sdegno e coraggio di vivere sono stati la traccia della mia vita. Volontà di vivere nonostante tutto, stringendo i pugni, nonostante il tempo, nonostante la morte. (Da Note a L'allegria)
  • Si sta come | d'autunno | sugli alberi | le foglie. (da L'allegria)
  • La morte | si sconta | vivendo. (da L'allegria)
  • Luna, | piuma di cielo, | cosi velina, | arida, | trasporti il murmure d'anime spoglie? (da Sentimento del Tempo)
  • Di me rammento che esultavo amandoti, / Ed eccomi perduto / In infinito delle notti. (Da Il dolore)
  • Disperazione che incessante aumenta | la vita non mi è più, | arrestata in fondo alla gola, | che una roccia di gridi. (Da Il dolore)

Approfondisci vita e pensiero dell'autore e le sue opere principali con le nostre risorse:

Ripassa tutti i possibili autori per la maturità 2018 con le loro frasi più conosciute:

Ecco invece le guide di Studenti.it allo svolgimento delle tipologie del primo scritto maturità 2018:

  • Traccia A, analisi del testo: secondo gli studenti la traccia di maturità più difficile. Ecco i nostri consigli per non farsi prendere dal panico
  • Traccia B, saggio breve o articolo di giornale: Le tracce più elaborate e che necessitano di maggiore precisione. Ecco come scriverle in modo impeccabile
  • Traccia C, il tema storico: Una delle tracce più temute, ma che può dare grandi soddisfazioni se si padroneggia la materia. Allo studio devi pensarci tu, ma i consigli per strutturarla come si deve te li diamo noi
  • Traccia D, il tema di attualità: Considerata la traccia più semplice, nasconde in realtà delle insidie. Ecco come affrontarla al meglio