Fine anno scolastico 2020: come funziona per bocciature e valutazioni

Di Maria Carola Pisano.

Fine anno scolastico 2020: la Ministra Azzolina ha chiarito come funziona per bocciature e promozioni. Ecco cosa sapere

FINE ANNO SCOLASTICO 2020

Fine anno scolastico 2020: tutti promossi o no? Le indicazioni del MIUR aggiornate al 16 maggio
Fine anno scolastico 2020: tutti promossi o no? Le indicazioni del MIUR aggiornate al 16 maggio — Fonte: shutterstock

Manca meno di un mese alla fine dell'anno scolastico 2020 e il 16 maggio la ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha chiarito i dettagli sulle bocciature e le promozioni di questo strano anno scolastico funestato dal coronavirus. Con la didattica a distanza, ormai attiva dagli inizi di marzo, gli studenti e i docenti si sono chiesti spesso quali fossero i criteri per la promozione e la bocciatura. 

TUTTI PROMOSSI?

Fino all'ultimo il MIUR si è detto contro il 6 politico ma ancora non era chiaro se e in quali occasioni si poteva bocciare uno studente. Le ultime informazioni infatti riguardavano proprio i casi particolari: se uno studente si è dimostrato carente dal primo quadrimestre, la bocciatura doveva essere presa in considerazione - e questo ha segnato un dietrofront rispetto alle settimane in cui si pensava che tutti gli studenti sarebbero stati promossi. Nella conferenza stampa del 16 maggio, la ministra Azzolina ha chiarito definitivamente che: 

FINE ANNO: BOCCIATURE E VALUTAZIONI

"Il nostro obiettivo è quello di non lasciare indietro nessuno studente. Nessun sei politico, ci saranno valutazioni serie con insufficienze che saranno riportate nei documenti di valutazione ma gli studenti hanno diritto di recuperare. Se uno studente ha un voto sotto la sufficienza puo recuperare a inizio prox anno scolastico. Si puo non ammettere ma solo in casi molto criscoscritti 1 se consiglio di classe non ha alcun elemento per valutare lo studente che non ha frequentato nel primo periodo didattico: questo impedisce la valutazione. In questo caso serve unanimità del consiglio di classe per non ammetterlo. Seconda: studente ha ricevuto provvedimenti disciplinari gravi, norme nello statuto degli studenti. Esclusi questi casi lo studente verrà ammesso e recupererà le insucfficienze. Per i disabili: sulla base del piano individuale e piano didattico personalizzato"