Figure retoriche: cosa sono, esempi ed elenco

Di Redazione Studenti.

Cosa sono le figure retoriche e come si possono riconoscere: ecco quali sono le principali figure retoriche nell'analisi di un testo letterario

FIGURE RETORICHE: COSA SONO

Figure retoriche: cosa sono, esempi ed elenco
Figure retoriche: cosa sono, esempi ed elenco — Fonte: istock

Ossimoro, enjambement, allitterazione, anafora: queste sono solo alcune delle figure retoriche che probabilmente hai già incontrato durante il tuo percorso scolastico. Sappiamo che non è facile riconoscerle e studiarle, ma sono fondamentali per fare un'analisi del testo, che sia di poesia o in prosa. È facile incontrarne una durante una parafrasi o l’analisi di un testo poetico.

Le figure retoriche vengono suddivise in diversi gruppi:

  • figure fonetiche (o di suono)
  • figure di contenuto (o di significato)
  • figure di parola

PRINCIPALI FIGURE RETORICHE

Prima di lasciarti con la nostra guida con la spiegazione delle principali figure retoriche, però, abbiamo pensato che potesse esserti d’aiuto fare affidamento su qualche esempio pratico tratto da opere famose.

  • Figure retoriche esempi: la metafora. La metafora avviene nel momento in cui il significato di un termine viene trasferito ad un altro termine con cui ha un rapporto di somiglianza. Definizione troppo complessa? Allora ti basta dire che la metafore è una similitudine senza il termine di paragone.
    Esempio: Mi getto, e grido, e fremo. Oh giorni orrendi / in così verde etate! Ahi, per la via… (G. Leopardi, La sera del dì di festa, 23-24)
    In questo caso la verde etate indica la giovinezza attraverso una metafora.
  • Figure retoriche esempi: l’allegoria. L’allegoria consiste nel caricare il senso letterale delle parole di un ulteriore significato, di solito più astratto.
    Esempio: il viaggio di Dante nella Divina Commedia è un viaggio allegorico che rappresenta il percorso dell’anima verso la salvezza.
  • Figure retoriche esempi: l’iperbole. Utilizzando l’iperbole l’autore intende esagerare o ridurre ai minimi termini il concetto, la persona o la cosa che sta descrivendo.
    Esempio: Ma sedendo e mirando, interminati / spazi di là da quella, e sovrumani / silenzi, e profondissima quiete / io nel pensier mi fingo;... (G. Leopardi, L'infinito, 4-7).
    In questo caso l’Espressione sovrumani silenzi costituisce un’iperbole.
Ascolta su Spreaker.

FIGURE RETORICHE PIÙ IMPORTANTI

    Domande & Risposte
  • Cosa sono le figure retoriche?

    Le figure retoriche sono artifici del discorso che servono a creare un effetto sonoro o di significato all'interno di una frase.

  • Quali sono le principali figure retoriche? 

    Similitudine, metafora, metonimia, analogia, sineddoche, sinestesia, iperbole, ossimoro, chiasmo, parallelismo. 

  • Cosa è una metafora? 

    La metafora è una figura retoriche che consiste sostituzione di una parola con un’altra in base a un rapporto di somiglianza fra i significati.

  • Come riconoscere le figure retoriche?

    Per sapere riconoscere è necessario prima di tutto studiarle e capire gli esempi.