Figure piane: formule e come riconoscerle

Di Redazione Studenti.

Come riconoscere le figure piane. Schema, esempi e formule per calcolare l'area delle principali figure geometriche e dei poligoni

COSA SONO LE FIGURE PIANE

Come riconoscere le principali figure geometriche piane e come calcolarne l'area
Come riconoscere le principali figure geometriche piane e come calcolarne l'area — Fonte: redazione

Le figure piane sono figure geometriche - dette anche poligoni - che occupano una superficie di piano. Perché è importante riconoscerle? Perché sono la base per poter svolgere problemi che hanno per protagonisti anche i solidi.

FIGURE PIANE QUALI SONO

Ecco un elenco delle principali figure piane:

  • Il quadrato
    È un poligono costituito da quattro lati, completamente uguali e che formano quattro angoli di 90°.
  • Il rettangolo
    È formato da quattro lati, paralleli e uguali a due a due. Le due basi (quella superiore e quella inferiore) sono parallele tra loro, e così lo sono anche le due altezze (quella di destra e quella di sinistra). Anche il rettangolo ha quattro angoli di 90°.
  • Il cerchio
    È un poligono costituito da una circonferenza, ovvero una linea che chiude il cerchio stesso. La linea che divide il cerchio in due parti perfettamente uguali e che passa dal centro si chiama diametro. Metà del diametro si chiama raggio (quindi per esempio, se il diametro misura 8 cm, il raggio misura 4 cm).
  • Il triangolo
    È un poligono che ha soltanto tre lati, ma le misure degli angoli variano a seconda della tipologia di triangolo. Per approfondire, vedi il paragrafo successivo.
  • Parallelogramma (o parallelogrammo)
    Si tratta di un poligono con i lati opposti paralleli. I lati e gli angoli opposti di un parallelogramma sono congruenti. 
  • Il rombo
    È un parallelogramma equilatero. Anch'esso ha due diagonali perpendicolari che si intersecano nel punto medio. Gli angoli opposti sono congruenti, ovvero hanno la stessa ampiezza, mentre gli angoli adiacenti a ciascun lato sono supplementari, con somma uguale a 180°.
  • Altri poligoni
    Trapezio, pentagono, esagono, ottagono...a seconda del numero dei lati questi poligoni prendono nomi diversi.

FIGURE PIANE: IL TRIANGOLO

Paragrafo a parte, dicevamo, merita il trangolo. Questa figura geometrica piana infatti può essere trovata sotto tre diverse tipologie, a seconda della tipologia di angoli e lati:

  • Triangolo equilatero
    Ha tutti e tre i lati e gli angoli uguali. Questi ultimi misurano 60° ciascuno (ricordate che la somma degli angoli interni ad una figura piana deve essere sempre di 180°!);

  • Triangolo isoscele
    Ha i due lati obliqui uguali e la base di diversa misura. I due angoli alla base misurano 75° ciascuno, mentre l'angolo al vertice misura 30°;

  • Triangolo scaleno
    Ha tutti e tre i lati di diversa misura. Anche le misure degli angoli interni sono diverse.

  • Triangolo rettangolo
    Detto così perché i due cateti formano un angolo retto di 90°, mentre gli altri due angoli formati dall'ipotenusa misurano 30° e 60°.

FIGURE PIANE: FORMULE

Per calcolare le figure piane si deve ricorrere a delle formule specifiche, differenti per ciascuna. Qui puoi trovare un appunto scaricabile con le principali formule per il calcolo dell'area dei poligoni.