Figure gestionali legate ai prodotti finanziari green: quali sono e come diventarlo

Il mondo del lavoro è in costante evoluzione e i green jobs sono sempre più rilevanti: in che consiste il lavoro dei professionisti della sostenibilità

Figure gestionali legate ai prodotti finanziari green: quali sono e come diventarlo
getty-images

Figure gestionali legate ai prodotti finanziari green: quali sono e come diventarlo

Green Jobs
Fonte: getty-images

Quando si parla di lavoro oggi è impossibile non discutere di sostenibilità. È un tema cardine, come dimostra il fatto che si continuino a richiedere dei professionisti per posizioni dei cosiddetti “green jobs”.

Una definizione che identifica una serie di figure gestionali green. Nello specifico si impegnano a indirizzare l’ambiente lavorativo verso una generale conversione verde, in linea con le necessità del pianeta o, nelle società più all’avanguardia, dare seguito al percorso già segnato, continuando a innovare.

Cosa sono le figure gestionali green?

Nessuna azienda può fare a meno di prendersi cura dei settori interni dedicati alla Green Economy e per questo motivo le offerte lavorative non mancano affatto in questo ambito.

Le figure gestionali green si ritrovano dinanzi a una montagna da scalare. Considerando come molte società abbiano a lungo gestito tali reparti con una colpevole superficialità, ecco che questi professionisti devono di colpo dimostrarsi in grado di ottimizzare l’uso delle materie prime, limitando le emissioni di gas serra, a seconda ovviamente della catena produttiva in questione.

A ciò si aggiunge l’obbligo di individuare i percorsi più rapidi per migliorare considerevolmente l’efficienza energetica dei vari gruppi di lavoro. In senso generale, ovviamente, l’obiettivo è ridurre al minimo ogni forma di inquinamento, proteggendo gli ecosistemi e cancellando ogni forma di spreco, nel segno di un’economia che produce, ricicla e riusa.

La qualità ambientale è al primo posto, il che è la ragion d’essere della Green Economy, che si può dire essere nata nel 2006, quando il rapporto Stern valutava l’impatto sia economico che ambientale dei cambiamenti climatici. Si spiegava al tempo come tutto ciò avesse un peso negativi evidente sul PIL mondiale. Concetti oggi ben noti, anche se i negazionisti sostengono tutt’altro, che hanno condotto allo sviluppo di una forma di economia alternativa, verde per quanto possibile, in grado tanto di creare nuovi posti di lavoro quanto di tendere la mano al pianeta.

In cosa consistono i green jobs?

Parlare di lavori del futuro e di green jobs è la stessa cosa. Professioni che mirano in termini generali alla tutela del pianeta, operando in massa in piccoli o grandi ambiti, al fine di generare un risultato su scala globale.

La componente etica è fondamentale e punta a stravolgere i metodi standard di settori come quello della manifattura, dell’agricoltura, delle costruzioni, dei servizi e non solo.

Sono ormai da tempo parte integrante del nostro modo di intendere la sfera lavorativa, ma oggi la richiesta è sempre maggiore. Anche le aziende di piccole e medie dimensioni, infatti, si stanno muovendo in questa direzione, principalmente grazie alle agevolazioni governative proposte.

Green Jobs: definizione ufficiale

A confermare la “standardizzazione” di queste professioni, ecco la definizione che Unioncamere dà dei green jobs: impieghi che hanno come obiettivo il benessere della Terra, tentando di sostenere lo sviluppo dell’uomo senza impattare negativamente sull’ambiente.

I mercati del lavoro si stanno indirizzando sempre più verso un concetto di impiego in equilibrio, per quanto possibile, con l’ambiente nel quale viviamo.

Università Telematica Pegaso

Unipegaso logo

Con UniPegaso, l'Università Digitale più scelta in Italia, risparmi fino al 50% sulla retta annuale senza costi aggiuntivi per il materiale didattico.

  • Scienze dell'Educazione e della Formazione Laurea Triennale
  • Scienze Motorie Laurea Triennale
  • Economia Aziendale Laurea Triennale
  • Scienze e Tecniche Psicologiche Laurea Triennale
  • Scienze Pedagogiche Laurea Magistrale
  • Giurisprudenza Laurea Magistrale

Ignorare il tema della sostenibilità è oggi impossibile, tanto per gli stravolgimenti climatici provocati quanto per la grande attenzione mediatica. Ignorare i green jobs sarebbe quindi semplicemente un danno per gli affari. Una visione egoistica, dunque, che in questo caso però aiuta il pianeta.

La transizione ecologica coinvolge anche l’Italia, che oggi ha bisogno di un gran numero di lavoratori verdi. La stima di Unioncamere è sorprendente e, guardando al periodo che va dal 2021 al 2025, si prevede che rappresenteranno il 63% del fabbisogno delle imprese e PA.

Quali sono e cosa fanno le figure gestionali legate ai prodotti finanziari green?

Lanciarsi fin da giovanissimi nel mondo dei green jobs ha oggi decisamente senso. Se queste occupazioni rappresentano già in parte il presente, diventeranno assolutamente cruciali nel prossimo futuro.

Ogni società privata dovrà avere degli specialisti, così come interi reparti la cui attenzione sarà rivolta a questo settore. Lo stesso dicasi del pubblico, con il governo e le amministrazioni locali doverosamente impegnati su questo fronte.

I lavori green del futuro

Tutto ciò consente di realizzare una stima di quelli che saranno i lavori verdi più richiesti nel corso dei prossimi anni:

  • Esperto in energia sostenibile: si tratta di un laureato in ingegneria chiamato a coordinare l’intera progettazione di sistemi che sfruttano energie rinnovabili. Al tempo stesso deve proporre un’analisi dettagliata del territorio, al fine di individuare quelle tecnologie verdi che meglio si sposano con i bisogni della compagnia;
  • Marketer ambientale: il nome suggerisce come si tratti di un esperto nel settore del marketing e, al tempo stesso, in socio-economia. L’obiettivo del suo impiego è quello di trasmettere ai consumatori quelli che sono i punti di forza del proprio brand, ovviamente con oggetto la sostenibilità ambientale;
  • Project Manager Ambientale: il suo compito è quello di supervisionare e coordinare tutte le fasi di un progetto, dall’ideazione alla messa in pratica. La differenza dal ruolo classico è data dal supporto necessario da offrire alla Direzione Tecnica in tema di impatto ambientale e conformità dei progetti alle normative vigenti.

Tra i lavori del domani, la cui diffusione ha già ampiamente avuto inizio, vi sono poi quelli che rientrano nella categoria delle figure gestionali green, legate a specifici prodotti finanziari. È il caso del Project Finance verde, che è di fatto un esperto di finanza sostenibile, per quanto questi due termini possano sembrare in contrapposizione. Parliamo dunque di azioni e investimenti che riguardano le energie rinnovabili, la biodiversità e non solo.

Altri professionisti molto richiesti sono gli ingegneri energetici e i giuristi ambientali. Nel primo caso parliamo di chi deve sviluppare dei sistemi tali da razionalizzare l’utilizzo delle energie in una compagnia, al fine di ridurne l’impatto ambientale. Nel secondo caso, invece, parliamo di un professionista del mondo legale specializzato nel campo del diritto ambientale.

Un ruolo chiave per evitare complicazioni legali, districandosi tra le varie norme e fronteggiando eventuali dispute in tribunale. Discorso simile per lo specialista in contabilità verde, che offre pareri e garantisce soluzioni in ambito fiscale e finanziario per quanto concerne l’efficienza energetica.

Tipi di green jobs adatti a ogni settore, così come l’addetto commerciale che promuove materiali sostenibili. A seconda dell’ambito in cui è impegnata la società, si opta per prodotti differenti. Una necessità costante tanto oggi quanto domani, che rende questo professionista imprescindibile, così come tutti gli altri elencati.

Altri contenuti utili sulle nuove professioni

Scopri altri contenuti sulle nuove professioni green:

Unipegaso scopri di più
Un consiglio in più