Cosa sono le fake news? E come si diffondono? La guida per imparare a riconoscere le notizie false e a evitarne la diffusione sui mezzi di informazione

FAKE NEWS

Fake news
Fake news — Fonte: istock

Scommettiamo che ne hai già sentito parlare? Quello delle fake news non è un fenomeno dai contorni netti. Ti basti pensare che finora sono stati individuati fino a 7 modi di fare disinformazione: dalle notizie vere ma manipolate a quelle completamente inventate. Pensi che le notizie false siano un prodotto dei nuovi media? Sbagliato: una delle prime di cui si ha traccia riguarda addirittura Napoleone! Pensa che nel 1814 è stata diffusa la notizia della morte di Napoleone e per poco non crollava la borsa di Londra.

COSA SONO LE FAKE NEWS?

Il termine Fake news è usato per indicare notizie false, articoli redatti con informazioni inventate, ingannevoli e distorte e diffuse sui mezzi di informazione. Fino all’avvento dei nuovi mezzi di comunicazione e dei social media le Fake news avevano una diffusione più lenta che oggi, invece, possiamo definire virali. L’intento delle fake news è quello di disinformare e manipolare il lettore, a scopi finanziari o politici. Come dicevano i sofisti, se puoi controllare l’opinione delle persone, hai il potere assoluto.

Nel gran calderone delle Fake news finiscono notizie dalle caratteristiche diverse: dalle bufale inventate di sana pianta agli articoli satirici, dalle teorie complottistiche alla diffusione di notizie non verificate.

L’esperta di fake news Claire Wardle - direttrice di First Draft News, network internazionale sulla verifica delle fonti online - individua sette modi di fare disinformazione:

  1. collegamento ingannevole, quando titoli, immagini o didascalie differiscono dal contenuto;
  2. contesto ingannevole: qui il contenuto reale è accompagnato da informazioni contestuali false;
  3. contenuto manipolato, quando l’informazione reale viene manipolata;
  4. manipolazione della satira, quando un contenuto satirico viene utilizzato per trarre in inganno;
  5. contenuto fuorviante, in questi articoli si fa un uso ingannevole dell’informazione;
  6. contenuto ingannatore, in questo caso il contenuto viene spacciato come proveniente da fonti realmente esistenti;
  7. contenuto falso al 100%.

COME SI DIFFONDONO?

All’inizio le fake news erano appannaggio di telegiornali e quotidiani mentre oggi, soprattutto con la condivisione nei social media, la diffusione di notizie false è non solo più veloce, ma anche più ampia. A favorire la diffusione sono quattro elementi:

  • la condivisione involontaria da parte di persone che rilanciano le notizie false;
  • i contenuti amplificati dai giornalisti che diffondono informazioni emerse dal web e dai social;
  • gruppi che tentano di influenzare l’opinione pubblica;
  • sofisticate campagne di disinformazione attraverso bot e troll.

COME RICONOSCERLE ED EVITARNE LA DIFFUSIONE

Abbiamo visto cosa sono le fake news e quanto siano pericolose. È arrivato il momento di chiederci se e cosa possiamo fare per riconoscerle ed evitarne la diffusione.

Quando si legge una notizia, bisogna esercitare il proprio pensiero critico e consultare diverse fonti di informazione.

Come riconoscerle? Considerato che uno dei mezzi privilegiati di diffusione delle fake news sono i social media, anche Facebook ha diffuso una guida per riconoscere le notizie false. Per riconoscere una Fake news e verificarla, puoi:

  • valutare la fonte da cui proviene e verificarne l’autore;
  • approfondire la notizia e incrociare le informazioni presenti su altre fonti;
  • verificare la data, chiedere agli esperti e, soprattutto, verificare i tuoi preconcetti.

In poche parole: chiediti se le tue convinzioni influenzano il tuo giudizio. Se hai dubbi sulla veridicità di una notizia, evita di condividerla! Ti è mai capitato di condividere una fake news? Bene, anzi male! In questo caso devi correggere quanto prima l’informazione!