Studenti esclusi dall’iscrizione ad un liceo per i voti bassi in seconda media

Di Chiara Casalin.

18 studenti esclusi dall’iscrizione ad una scuola superiore per la media bassa in seconda media. L’UDS: “Inaccettabile, il MIUR intervenga”

SPECIALE SCUOLA 2017/2018

|Calendario scolastico| Temi di Italiano svolti

ESCLUSIONE SCUOLE SUPERIORI – 18 studenti sono stati esclusi dall’iscrizione al Liceo Linguistico Mazzini di Genova perché durante la seconda media avevano ottenuto una media dei voti inferiore a 7,5. Esclusi quindi a causa di voti troppo bassi riportati ben un anno prima della loro iscrizione ad una scuola superiore. Il sindacato studentesco Unione degli Studenti in un comunicato ha definito l’esclusione “inaccettabile” e ha richiesto al Ministero dell’Istruzione di intervenire al più presto sulla vicenda. Iscrizioni a scuola 2015-2016: date e modalità

IMPERDIBILE: Scarica gratis appunti, tesine e riassunti per la scuola

LE DICHIARAZIONI – Il coordinatore Unione Degli Studenti Genova Giacomo Zolezzi ha dichiarato: “"Riteniamo inaccettabile quello che sta succedendo al Liceo Linguistico Mazzini. Questa è una vera e propria lesione del diritto allo studio per 18 ragazzi ancora in età di scuola dell'obbligo, che saranno esclusi dall'iscrizione alla scuola a causa di una valutazione riportata in seconda media."

5 App per svoltare a scuola

DIRITTO ALLO STUDIO - Nel comunicato poi Roberto Campanelli, Coordinatore Nazionale di UDS, ha sottolineato come questo non sia il primo caso di selezione all’accesso in Italia e come questi siano i segnali delle contraddizioni causate dai tagli alla scuola pubblica, che portano le scuole che si trovano con pochi fondi e carenze strutturali ad applicare nuovi criteri di selezione. Tuttavia, specifica poi Campanelli: “La scuola pubblica ha degli obiettivi precisi per la crescita individuale e collettiva, non può porre barriere, né impedire ad un gruppo di studenti di perseguire le proprie personali attitudini o chiedere loro di ripiegare su altri indirizzi. Così viene meno la missione educativa della scuola."

FOCUS: Ecco gli strumenti dell'amministrazione studentesca

INTERVENTO DEL MIUR – L’unione degli Studenti quindi ha chiesto al Ministero dell’Istruzione di intervenire su questa vicenda, per salvaguardare il diritto allo studio dei giovani studenti.