Esame terza media 2018: schema, struttura e come si scrive un testo narrativo

Di Maria Carola Pisano.

All'esame di terza media riusciresti ad affrontare una probabile traccia sul testo narrativo? Ecco la guida per la struttura, lo schema, e gli esempi di testi narrativi svolti

ESAME TERZA MEDIA 2018: TESTO NARRATIVO

Tra le varie tipologie della prova d'italiano all'esame di terza media 2018 arriveranno nuove tracce di temi, tra cui il testo narrativo e il testo argomentativo. Sei pronto ad affrontare una traccia simile? Nella consegna verranno indicati argomento, scopo e destinatario sui quali dovrai scrivere da zero il testo narrativo. E' proprio per questo motivo che nasce la nostra guida: qui ti spieghiamo cos'è un testo narrativo, come si struttura, quali sono gli elementi fondamentali e gli appunti che ti serviranno per la produzione del testo narrativo per l'esame di terza media 2018.

Esame terza media: come scrivere e strutturare un testo narrativo
Esame terza media: come scrivere e strutturare un testo narrativo — Fonte: istock

CHE COS'E' IL TESTO NARRATIVO

Il testo narrativo è un tipo di elaborato creativo che ha lo scopo di raccontare lo svolgimento di fatti (che possono essere reali o di tua invenzione), ed è composto da diversi eventi che devono essere collegati fra loro, collocati in uno spazio e in un tempo da te definiti,e che coinvolgono i personaggi che vuoi inserire nella storia. La storia e gli eventi da te raccontati possono essere del tutto frutto della tua fantasia, reali o verosimili ma, attenzione, non puoi scrivere alla rinfusa: prima di cominciare a esporre la tua storia, ti consigliamo di costruire uno schema da seguire e di non dimenticare nessuno degli elementi fondamentali del testo narrativo.

ELEMENTI FONDAMENTALI DEL TESTO NARRATIVO

Cominciamo con il capire quali sono gli elementi che non possono mancare nel tuo testo narrativo, nel caso in cui lo scegliessi come traccia all'esame di terza media:

  • Narratore: colui che racconta gli eventi, in questo caso te stesso.
  • Tempo: cioè in quale periodo è ambientata la storia (passato, presente o futuro).
  • Durata: quanto dura la storia che stai raccontando? Anni, giorni, ore o minuti.
  • Personaggi: tutti le figure principali che vuoi coninvolgere nella storia, come protagonista, antagonista e personaggi secondari.
  • Luogo: dove è ambientato? Puoi scegliere un posto che conosci o inventarlo di sana pianta.
  • Storia: gli eventi devono essere legati tra loro, anche da rapporti di causa-effetto.
  • Punto di vista: questa è la prospettiva con cui si raccontano i fatti e che stabilisce che tipo di narratore sei.

SCHEMA TESTO NARRATIVO

Una volta individuato l'argomento del tuo testo narrativo, bisogna cominciare a costruire la storia ma prima è necessario fare uno schema per raccogliere tutte le idee. Impostare prima di tutto la struttura del nostro racconto, ci permetterà di non perderci lungo il racconto degli eventi e ci aiuterà a dare il giusto spazio a ciascuna vicenda e a ciascun personaggio. La prima cosa da fare è capire in quale modo vogliamo raccontare gli eventi e qui hai due scelte: o seguire un approccio linerare o uno alterato.

  • Approccio lineare: se preferisci raccontare i fatti nell'ordine cronologico con cui sono avvenuti, userai la tecnica della fabula. La fabula si divide in tre elementi principali: esordio - l'evento che scegli di raccontare all'inizio della storia e che dà il via al tuo racconto; la parte centrale in cui si sviluppa il tuo racconto; la conclusione.
  • Approccio alterato: puoi scegliere di raccontare la tua storia senza usare un ordine cronologico e usare la tecnica dell'intreccio, cioè alternando nel  racconto momenti diversi all'interno della storia.

STRUTTURA DEL TESTO NARRATIVO

Adesso arriva il momento di costruire la struttura del testo narrativo, ovvero il punto di partenza, il percorso e la fine del racconto che ci farà da guida durante la scrittura:

  • Introduzione/inizio: in questa parte dobbiamo presentare l'evento iniziale, la vicenda a partire dalla quale vogliamo sviluppare il nostro racconto. In questa fase devi rispondere alle domande: quando? Chi? Con chi? Dove?
  • Sviluppo: spiega che cosa è successo, le ragioni per cui è accaduto un determinato evento.
  • Conclusione: le conseguenze e i sentimenti dei personaggi.

SCEGLI IL PUNTO DI VISTA DEL TESTO NARRATIVO

Il punto di vista del testo narrativo rappresenta lo stile del narratore e dipende dal modo in cui ti poni rispetto ai personaggi:

  • Punto di vista o focalizzazione zero: sei un narratore onnisciente, cioè tu conosci anche i pensieri di tutti i personaggi della storia;
  • Punto di vista o focalizzazione interna: ti immedesimi in un personaggio e di questo sai tutto, racconti i fatti come se li vivessi da personaggio "interno";
  • Punto di vista o focalizzazione esterna: sei all'esterno della vicenda e non conosci i pensieri dei personaggi, presenti i fatti per quello che sono.

Una volta scelti gli elementi fondamentali, costruito lo schema e individuato il punto di vista, sei pronto per iniziare a scrivere il testo narrativo! Cerca di dare il giusto spazio alle vicende che vuoi raccontare e una volta terminato, rileggilo almeno una volta per correggere gli errori (fai attenzione a quelli in cui si cade più spesso). Occhio anche alla consegna e all'orologio: dovrai attenerti alla traccia data e rispettare i tempi previsti.

ESAME TERZA MEDIA 2018: RISORSE PER IL TESTO NARRATIVO

Ora che hai letto la nostra guida per affrontare un'ipotetica traccia della prova d'italiano dell'esame di terza media ti senti pronto ad affrontarla? Sappiamo che hai ancora qualche dubbio, perciò ti segnaliamo le risorse utili per scrivere il testo narrativo: