Esame terza media e nuovo test Invalsi 2018: anticipazioni e news

Di Marta Ferrucci.

Esame di terza media 2018: si cambia già da quest’anno nei tempi e nelle modalità. Cambia forma la prova di Italiano ed il test Invalsi si svolgerà ad aprile. Scopri tutte le novità

ESAME TERZA MEDIA 2018: COSA CAMBIA

L'intenzione del Miur di riformare l'esame di terza media dal 2018 é notizia di qualche mese fa anche se, a parte la separazione tra test Invalsi ed esame di terza media vero e proprio, non era ancora stato detto molto di più.

Esame terza media e test Invalsi 2018: tutte le novità
Esame terza media e test Invalsi 2018: tutte le novità — Fonte: istock

Ora invece - come anticipa Orizzontescuola - il decreto che attua la legge 107 che modifica l’esame di terza media è quasi pronto e, in 18 articoli, entra nel dettaglio delle novità, soprattutto riguardanti la prova di Italiano.

NOVITA' PROVA ITALIANO ESAME TERZA MEDIA 2018

L'esame di terza media è oggetto di una vera e propria rivoluzione. Secondo Orizzontescuola il Miur avrebbe affidato al prof. Serianni (linguista e filologo italiano) il compito di rivedere la prova di Italiano dell'esame di terza media, novità che gli studenti potrebbero trovare già dall'esame del prossimo giugno 2018. Fermo restando la relazione su un argomento di studio, allo scritto di Italiano gli studenti potrebbero trovare anche queste richieste:

  • Analisi o sintesi di un testo letterario, scientifico o divulgativo
  • Realizzazione di un testo narrativo e di un testo argomentativo
  1. Testo narrativo | Elementi del testo narrativo
  2. Testo argomentativo | Esempio testo argomentativo

Perchè questi cambiamenti? Perché la capacità di sintesi, di raccontare e argomentare diventano sempre di più parte fondamentale delle competenze degli studenti di terza media.

TEST INVALSI 2018

L’ammissione all’esame di terza media resta subordinato alla frequenza di almeno tre quarti del monte ore annuale e al profitto. Ma per essere ammessi all’esame è necessario anche aver svolto il test Invalsi che da quest’anno scolastico e nella nuova modalità, si svolgerà ad aprile 2018, qualche mese prima dell’esame di terza media. Aver svolto l’Invalsi è un requisito di accesso all’esame ma non lo è il risultato che si ottiene quindi, se anche questo dovesse andare male, non va a compromettere l’accesso alla prova finale.

NOVITA' TEST INVALSI 2018

Il test Invalsi si arricchisce - o si complica a seconda dei punti di vista - perché arriva anche la prova di Inglese. A fronte di questo, si alleggerisce l’esame di terza media vero e proprio che avrà solo 3 scritti: italiano, matematica e lo scritto per le due lingue straniere. Si conclude con il colloquio.
I risultati delle prove Invalsi che si svolgeranno per la prima volta ad aprile 2018 con le nuove modalità, faranno parte del certificato delle competenze che la scuola dovrà rilasciare allo studente alla fine del percorso scolastico di 1° ciclo, ovvero a conclusione degli esami di terza media. Dunque gli studenti approderanno alla scuola superiore di secondo grado – liceo, istituto professionale o tecnico -  con un documento che certifica la loro preparazione a cui sarà aggiunto un modello specifico che certifica le competenze in Italiano, Matematica e Inglese in base ai risultati dei test Invalsi.

ESAME TERZA MEDIA 2018: IN ARRIVO NUOVE MATERIE?

Sempre secondo le anticipazioni di Orizzontescuola, nel decreto che riforma l’esame di terza media sembrerebbe essere presente anche una parte che riguarda il Coding ed una parte che riguarda il corretto utilizzo delle nuove tecnologie. In pratica, anche queste materie, laddove presenti, potrebbero diventare oggetto d’esame per verificare che gli studenti abbiano competenze e conoscenze dei linguaggi informatici. Una riforma a 360° che stiamo anticipando, anche se tutte le novità non sono ancora state comunicate in modo ufficiale.