Maturità 2020 e la proposta per sostituire la seconda prova con la tesina

Di Marta Ferrucci.

Arriva una nuova proposta per affrontare l'incerto esame di maturità 2020: ripristinare l'amata tesina che consentirebbe una preparazione su misura

MATURITA' 2020: TESINA AL POSTO DEL SECONDO SCRITTO

Maturità 2020: torna la tesina?
Maturità 2020: torna la tesina? — Fonte: istock

Si è detto e si sta dicendo di tutto per questo esame di maturità 2020. Le nuove proposte su come affrontarlo sono quotidiane e arrivano da sindacati, studenti, professori, dirigenti scolastici, politici... A queste si aggiunge la proposta dell'Unione degli Studenti che chiedono a gran voce il ritorno di un elemento tanto caro a tutti i maturandi e che è stato eliminato con la riforma della Buona Scuola: la tesina di maturità. Per l'Unione degli studenti, l'elaborato multidisciplinare dovrebbe subentrare al posto della seconda prova di maturità. Le ragioni della sostituzione? La didattica online che, per quanto sia diffusa, non garantisce la stessa preparazione agli studenti. Giulia Biazzo, coordinatrice nazionale dell'associazione, ha dichiarato che la didattica online non consente lo stesso apprendimento della didattica tradizionale e che, senza indicazioni chiari da parte del Miur, ogni classe sta svolgendo il programma in modo diverso. A questo si aggiunge anche la questione di connessione e PC: in famiglie con più figli i dispositivi vanno condivisi e chi non può accedervi è, di fatto, escluso dalla scuola. 

La tesina sulla materia di indirizzo, secondo l'Unione degli Studenti, dovrebbe andare a sostituire il secondo scritto. Questa modalità consentirebbe a tutti di vaorizzare quello che si è riusciti ad imparare fino a questo momento.
Un altro tema è quello della commissione d'esame: stando così le cose ha poco senso far intervenire alla maturità 2020 i commissari esterni; più adeguato è invece coinvolgere solo i professori interni che conoscono studenti e programma svolto in questo momento così complesso.