Esame abilitazione medicina 2019: le informazioni per i tirocini

Di Redazione Studenti.

Si sblocca la situazione dei tirocini per l'esame abilitazione medicina 2019: ecco la circolare che il Miur ha inviato agli atenei

ESAME ABILITAZIONE MEDICINA 2019

Esame abilitazione medicina: il Miur sblocca la situazione dei tirocini obbligatori
Esame abilitazione medicina: il Miur sblocca la situazione dei tirocini obbligatori — Fonte: istock

Il Miur ha sbloccato la situazione per quanto riguarda i tirocini trimestrali obbligatori utili per l'esame di Stato per l'abilitazione a medicina 2019. Nella circolare che il Ministero dell'Istruzione ha inviato a tutti gli atenei si legge: "Con riferimento all’argomento indicato in oggetto, si rammenta che, ai sensi dell’articolo 7, comma 2, del Decreto ministeriale 9 maggio 2018, n. 58, in regime transitorio e per due anni dall’entrata in vigore del predetto decreto, si continuano ad applicare le modalità di svolgimento del tirocinio professionalizzante “fuori” dal corso di studio, così come previsto all’articolo 2 del decreto ministeriale 19 ottobre 2001, n. 445.
Di conseguenza, nelle more dell’adozione dell’ordinanza ministeriale con la quale saranno fissate le date di svolgimento delle prove dell’esame di Stato per l’anno 2019 ed indicate le modalità di svolgimento della prova stessa, si invitano codesti Atenei a porre in essere, con la massima urgenza, tutti gli adempimenti necessari a consentire l’avvio dei tirocini trimestrali obbligatori di cui all’articolo 2 del decreto ministeriale 19 ottobre 2001, n. 445."

TIROCINIO ESAME ABILITAZIONE MEDICINA

La data dell'inizio dei tirocini è fissata per il 10 aprile 2019 e le domande di ammissione devono essere presentate entro il 29 marzo. Ai tirocini trimestrali organizzati dagli atenei potranno essere ammessi solo i candidati che hanno conseguito il titolo di studio presso lo stesso ateneo. La domanda di ammissione deve essere prodotta in carta semplice e indicare nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza o domicilio, codice fisale dei candidati. La domanda deve inoltre contenere:

  • diploma di laurea;
  • ricevuta dell'avvenuto versamento della tassa di ammissione agli esami;
  • ricevuta del contributo versato all'economato;
  • eventuali certificazioni attestanti la necessità di usare particolari ausili o tempi prolungati per lo svolgimento delle prove. 

Le domande inviate a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno sono considerate valide se nel timbro dell'ufficio postale è indicata una data precedente a quella della scadenza del 29 marzo