Come lavorare nell'editoria: cosa studiare

Di Marta Ferrucci.

Consigli per iniziare, dalla formazione alla ricerca attiva di un lavoro in una casa editrice. Ecco come lavorare nell'editoria

COME LAVORARE NELL'EDITORIA

Come lavorare nell'editoria
Come lavorare nell'editoria — Fonte: istock

Lavorare nell'editoria apre un ventaglio infinito di possibilità. Tendiamo a pensare al lavoro in casa editrice come a qualcosa di legato esclusivamente all'editing dei manoscritti per la pubblicazione di libri, ma non c'è niente di più lontano dalla realtà. Le attività di una casa editrice, infatti, spaziano in molti settori: libri, giornali e riviste ma anche CD Rom multimediali.

Alcune figure professionali che oggi trovano spazio in questa attività sono redattori, giornalisti, content manager, content editor, technical writer, copywriter, knowledge manager, web publisher e traduttori che si andranno ad occupare dell'individuazione e selezione delle fonti, della stesura del testo, della definizione grafica, impaginazione, correzione del contenuto, archiviazione e pubblicazione.

Chi aspira a lavorare in questo settore dovrà avere una cultura umanistica anche se alcune case editrici sono specializzate in pubblicazioni scientifiche e richiedono quindi delle lauree tecniche.

La passione non basta, è necessario acquisire le giuste competenze già all'università. In molte facoltà di Lettere sono stati attivati corsi di laurea molto specifici per chi, dopo l'esame di maturità, ha già le idee molto chiare su cosa vorrà fare "da grande". Alcuni di questi sono:

Un master renderà ancora più facile l'entrata in questo mondo perchè approfondisce molti argomenti che all'università vengono trattati solo superficialmente.

Al termine del master è quasi sempre previsto uno stage che spesso si può trasformare in un vero e proprio rapporto lavorativo.

Un consiglio per tutti: visionate la lista delle case editrici presenti su tutto il territorio nazionale, consultate i loro siti alla ricerca di opportunità di lavoro ed inviate, in ogni caso, il vostro c.v.sia per candidarvi ad una posizione lavorativa specifica che per candidarvi ad uno stage. Prima si farà questo passo prima si avranno dei riscontri concreti.

In bocca al lupo!

Sai cosa vorresti diventare ma non sai come? Dai un'occhiata alle nostre guide: