Edilizia scolastica, Bussetti all'Anci: 7 miliardi stanziati e mappatura satellitare delle scuole

Di Veronica Adriani.

In un'intervista all'Anci il Ministro dell'Istruzione ribadisce: messa in sicurezza delle scuole priorità del Governo. E conferma che qualcosa si muove

EDILIZIA SCOLASTICA

in un'intervista all'Anci Bussetti promette interventi per l'adeguamento sismico delle scuole
in un'intervista all'Anci Bussetti promette interventi per l'adeguamento sismico delle scuole — Fonte: istock

Sette miliardi già stanziati e altri in arrivo con la legge di Bilancio. È quanto ha riferito il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti in un'intervista rilasciata all'Anci, nella quale assicura ai comuni italiani, preoccupati per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, che "L’edilizia scolastica è una priorità di questo Governo e lo stiamo dimostrando con fatti concreti".

A seguito della Conferenza Unificata sull’accordo quadro in materia di edilizia scolastica si era infatti giunti ad un accordo: interventi velori e lo sblocco di un miliardo da destinare ai Comuni. Ora i miliardi diventano sette: "erano rimasti nel cassetto immotivatamente e troppo a lungo" ha assicurato il Ministro, e altri ne arriveranno con la prossima legge di Bilancio.

MESSA IN SICUREZZA SCUOLE

"Oltre a ciò, ho chiesto la collaborazione dell’ASI, l’Agenzia Spaziale Italiana, e del CNR per far partire una mappatura satellitare delle nostre scuole" continua Bussetti, annunciando che partiranno a breve segnalazioni e verifiche, oltre agli interventi di adeguamento veri e propri. "Non è mai stato fatto e sarà a costo zero" ha assicurato. Quasi 40.000 edifici saranno 'fotografati' attraverso il sistema COSMO-Skymed, capace di misurare lo spostamento degli immobili al decimo di millimetro. Le informazioni ottenute dai satelliti ASI saranno trasmesse al CNR che ha le risorse umane e strumentali per elaborarle e darci un quadro dettagliato dei nostri edifici scolastici"

ADEGUAMENTO SISMICO

La situazione intanto nelle scuole è tutt'altro che rosea, e molti edifici, nonostante la riapertura, continuano a non essere a norma.

Leggi le altre news